Accedi
Commenti

Un bambino su cinque vittima di violenza

Secondo uno studio le punizioni corporali sono ancora molto diffuse in Svizzera, in particolare tra gli immigrati

Stando ad un’indagine dell’Alta scuola zurighese di scienze applicate (ZHAW), un minore su cinque in Svizzera subirebbe gravi violenze domestiche, come calci, pugni o con oggetti, mentre due su cinque avrebbero già ricevuto sberle.

Sempre secondo l’inchiesta, il 40% dei genitori che punirebbe fisicamente i figli sarebbe di origini balcaniche, mentre il 37% avrebbe origini portoghesi. Anche la situazione economica avrebbe un ruolo determinante, dal momento che nelle famiglie che ricevono aiuto sociali o indennità di disoccupazione i casi di violenza sarebbero più alti.

Redazione | 7 ott 2017 16:30

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'