Accedi
Commenti 4

Manifestazione antifascista non autorizzata: 29 fermi a Berna

Le forze dell'ordine hanno bloccato la dimostrazione sul nascere con un gran numero di agenti nel centro città

La polizia ha fermato 29 persone ieri sera a Berna in relazione a una manifestazione antifascista non autorizzata. Le forze dell'ordine hanno bloccato la dimostrazione sul nascere dispiegando già nel pomeriggio un gran numero di agenti nel centro città.

Sono stati effettuati controlli d'identità e le persone sospette sono state condotte in centrale per ulteriori accertamenti, ha comunicato oggi la polizia cantonale. In tale contesto sono stati sequestrati materiale per la dimostrazione e per coprire il volto nonché spray al pepe. Ad eccezione di una persona ricercata sono tutti i fermati sono stati rilasciati nel corso della notte.

La manifestazione era stata organizzata dal "Bündnis antifaschistische Demonstration Bern" (Unione manifestazione antifascista Berna). La data non è stata scelta per caso: esattamente dieci anni prima, il 6 ottobre 2007, vi erano stati gravi scontri tra autonomi di sinistra e polizia a margine di un corteo di circa diecimila aderenti e simpatizzanti dell'Unione democratica di centro (UDC). Il bilancio dei disordini fu di 21 feriti, 42 fermi e danni stimati in decine di migliaia di franchi.

Già da giorni il Municipio aveva fatto sapere che non avrebbe tollerato una manifestazione non autorizzata. Oltre a quelli della cantonale ieri sera sono intervenuti anche agenti di corpi di polizia di altri cantoni; il centro di Berna assomigliava a una fortezza e attorno a Palazzo federale è stato collocato un recinto di protezione.

I dimostranti si erano dati appuntamento alle 19.30 presso la Zytglogge e sono subito stati accerchiati dalle forze dell'ordine che hanno chiesto loro di disperdersi. Di conseguenza non si è tenuta nessuna grande manifestazione.

ATS | 7 ott 2017 11:26

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'