Accedi
Commenti 41

Nora Illi non ci sta: "Votazione islamofoba"

Il popolo svizzero dovrà esprimersi sul divieto del burqa. "Vogliono toglierci il diritto all'autodeterminazione"

È già giunta una prima reazione all'annuncio dato oggi dal comitato di Egerkingen della riuscita dell'iniziativa federale contro la dissimulazione del volto in pubblico.

È quella della donna che in Ticino ha raccolto la maggior parte delle multe comminate per burqa, Nora Illi.

Su Twitter, la cittadina elvetica convertita all'Islam ha tuonato contro l'iniziativa, sostenendo che vuole "togliere alle donne musulmane il diritto all'autodeterminazione".

Secondo Nora Illi, quella che sarà verosimilmente sottoposta al popolo svizzeo "è un ennesima votazione islamofoba".

Redazione | 13 set 2017 11:49

Articoli suggeriti
Il comitato di Egerkingen sostiene di aver raccolto 100'000 firme. "Sicuri che gli svizzeri la approveranno"
Le donne arabe fermate si sono rivelate quasi tutte collaborative. Ma c'è un escamotage...
La piccola "ha deciso da sola", secondo la madre. "Un'anziana voleva toglierglielo, lei le ha morso la mano"
Alcune turiste hanno adottato questo sistema per aggirare la normativa che vieta di dissimulare il volto in pubblico
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'