Accedi
Commenti 4

Anche il Consiglio degli Stati vuole l'alcool in autostrada

26 i favorevoli, 14 i contrari. Il Consiglio federale dovrà quindi abolire il divieto in vigore da oltre 50 anni

In futuro, i ristoranti e i negozi situati nelle aree di servizio autostradali dovranno essere autorizzati a vendere bevande alcoliche.

Dopo il Nazionale, anche il Consiglio degli Stati ha approvato oggi - con 26 voti contro 14 e 1 astenuto - una mozione in tal senso della sua Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni. Ora il governo dovrà elaborare un progetto di legge.

Secondo il testo, il diritto in vigore da oltre 50 anni è contrario al principio della libera concorrenza. I commerci delle aree di servizio sono fortemente penalizzati, poiché i loro concorrenti situati appena dopo le uscite autostradali possono vendere alcol.

In nessuno dei Paesi limitrofi vige un simile divieto. Inoltre, la vendita e la mescita di bevande alcoliche non sono nemmeno vietate dalla legge federale sulle strade nazionali.

ATS | 13 set 2017 11:18

Articoli suggeriti
Il Fronte Automobilisti Ticino appoggia la proposta del consigliere nazionale PPD e stigmatizza l'attacco dei Verdi
Il partito contro Fabio Regazzi e l'abolizione del divieto di vendere alcolici in autostrada: "Vende l'anima al diavolo"
Il Governo concorda con la Commissione dei trasporti del Nazionale sull'abolizione proposta da Fabio Regazzi
Approvata una mozione per consentire la vendita di alcolici in aree di servizio. Regazzi: "C'è disparità di trattamento"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'