Accedi

20enne svizzero condannato per stupro

Il giovane avrebbe abusato di una turista inglese 17enne durante una vacanza a Rimini nell'agosto del 2016

E' stato condannato a 2 anni, 2 mesi e 21 giorni, con la sospensione della pena e il pagamento di una provvisionale da 29mila euro, uno svizzero 20enne accusato di violenza sessuale. L'episodio risale alla notte tra il 10 e l'11 agosto 2016 quando il ragazzo, allora 19enne, avrebbe abusato di una turista inglese sulla spiaggia di San Giuliano a Rimini. Fin da subito, però, i contorni della vicenda non erano stati molto chiari.

La vittima, 17enne all'epoca dei fatti, era in vacanza con la famiglia in un hotel della zona, dove aveva conosciuto il giovane studente, un cittadino svizzero di origine bosniaca. I due erano poi usciti insieme per una passeggiata serale in riva al mare, culminata con uno scambio di effusioni su un lettino della spiaggia.

Secondo quanto poi denunciato dalla minorenne, è a questo punto che nonostante i dinieghi di lei il ragazzo sarebbe andato oltre. Ad aggravare la posizione del giovane vi era la testimonianza del portiere di notte dell’hotel dove alloggiava la ragazza - che aveva raccontato agli inquirenti di aver notato un comportamento molto strano, quasi sotto choc, della giovane al suo rientro nell’albergo.

Viste le insistenze, la 17enne era stata portata in pronto soccorso per gli accertamenti di rito ma i sanitari le avrebbero riscontrato solo alcuni lividi sul seno. I Carabinieri erano risaliti al 19enne svizzero che venne arrestato. Nell'interrogatorio di garanzia, il gip aveva mostrato di credere alla versione della presunta vittima e, per il ragazzo, aveva disposto la custodia cautelare in carcere.

Il giovane studente presenterà appello.

 

ATS/Red. | 17 lug 2017 17:41

Articoli suggeriti
In carcere con l'accusa di aver violentato una turista inglese di 17 anni, il ragazzo si difende: "Era consenziente"