Accedi
Commenti 10

Zurigo mette al bando Illi e Blancho

Il Governo non vuole più manifestazioni del Consiglio centrale islamico sul territorio cantonale

Il Consiglio di Stato zurighese non vuole manifestazioni del Consiglio centrale islamico della Svizzera (CCIS) sul territorio cantonale. L'esecutivo lo scrive nella sua risposta, pubblicata oggi, a una interrogazione urgente dell'UDC e dell'UDF.

L'interrogazione era stata presentata dai due partiti di destra in relazione alla conferenza "pacifista" che l'organizzazione integralista presieduta dal convertito Nicolas Blancho intendeva tenere al World Trade Center (WTC) di Zurigo-Oerlikon gli scorsi 6 e 7 maggio e che è poi stata spostata a Istanbul.

Il governo zurighese afferma di non voler tollerare manifestazioni miranti a una propagazione di idee estremistiche e giustifica la sua posizione adducendo le valutazioni di diversi esperti e organi federali.

Cita in particolare l'ultimo rapporto sulla sicurezza della Svizzera pubblicato dal Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC), in cui si rammenta il fatto che la Procura federale ha aperto procedimenti contro dirigenti del CCIS per una possibile violazione della legge federale che vieta i gruppi Al-Qaida e Stato islamico nonché le organizzazioni associate.

ATS/Red. | 26 mag 2017 10:35

Articoli suggeriti
Il Consiglio centrale islamico svizzero, in trasferta a Istanbul, ha commesso un importante errore
Il Cantone consiglia di vietare le azioni di "Lies!" su suolo pubblico. Fehr (PS): "Andrebbe vietata a livello nazionale"
Dopo il no di Zurigo, il maxi-raduno islamico organizzato da Nicolas Blancho e Qaasim Illi si terrà in Turchia
Il ministro PS zurighese Mario Fehr al vetriolo contro il Consiglio centrale islamico: "Per carità, non a Zurigo"
I proprietari dell'immobile hanno interdetto l'evento al quale erano attesi 1000 islamisti. Ma il CCIS ha "un piano B"
"Non rappresentano i musulmani", spiega la vincitrice del Premio svizzero per i diritti umani. "Qui è facile integrarsi"
L'imam svizzero è il segretario di un'associazione accusata dagli Stati Uniti di finanziare il terrorismo islamico
Nicolas Blancho e Qaasim Illi replicano al Ministero pubblico: "Non ci faremo legare un sacco in testa"
Il procuratore generale vuole incriminare i vertici del Consiglio centrale islamico. "Propaganda in favore dell'ISIS"
"Hobby esotici ma non penalmente rilevanti", ma rischia l'espulsione definitiva: "Linea di pensiero che non ci rappresenta"
Il Consiglio centrale islamico svizzero in profondo rosso. "I fedeli dovranno aiutarci"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'