Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 174

Le giovani socialiste come le Femen

Tamara Funiciello e colleghe si spogliano per i diritti delle donne. "La nudità è uno strumento di lotta". FOTO

Le giovani socialiste svizzere hanno deciso di seguire le orme delle Femen. La presidente Tamara Funiciello e altre sue colleghe (tra cui una donna transgender) si sono infatti presentate a torso nudo, come le più note manifestanti ucraine, per lanciare la marcia delle donne che si terrà domani a Zurigo.

"Vogliamo essere viste e ascoltate" dichiara Funiciello, secondo cui la nudità è un mezzo legittimo per lottare a favore dei diritti delle donne.

La presidente della Gioventù socialista è cosciente che questa provocazione le attirerà gli strali di numerose femministe. "Lo sappiamo, vogliamo appunto che si faccia questa discussione" afferma la 26enne, che oggi a Berna ha pure distribuito dei praliné a forma di pene con la scritta "Il potere del ca**o".

E in effetti c'è già stata una reazione negativa da parte di una donna, la consigliera nazionale UDC Nathalie Rickli: "Mi spiace, care donne, ma non vi capisco. È davvero così che volete manifestare contro il sessismo?"

Un altro democentrista, il consigliere nazionale Andreas Glarner, sostiene invece che mostrandosi a torso nuso le giovani socialiste avrebbero infranto l'articolo 258 del codice penale (pubblica intimidazione).

Un'accusa che lascia indifferente Tamara Funiciello. "Ogni volta che non è d'accordo con una donna, Glarner la definisce brutta. Il suo mondo è così facile" ribatte la presidente della Gioventù socialista, che non intende affatto rinunciare a presentarsi senza reggiseno domani a Zurigo.

Redazione | 17 mar 2017 12:46

Articoli suggeriti
Nella bufera un post sessista di Andreas Glarner contro due contestatrici. "Capisco perché sono femministe di sinistra"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'