Accedi
Commenti 23

Nicolas Blancho vuole una pistola

Il presidente del Consiglio centrale islamico svizzero intende armarsi, perché si sente minacciato

La Polizia cantonale bernese ha negato a Nicolas Blancho il porto d'armi, ma lui ha presentato ricorso contro la decisione chiedendo di conoscere i motivi del rifiuto, che a suo modo di vedere sarebbero "inconsistenti".

Il presidente del Consiglio centrale islamico svizzero sostiene infatti di avere una reputazione impeccabile e una fedina penale vergine, e quindi di avere il diritto a detenere una pistola.

Lo riferisce oggi il Tages Anzeiger. Blancho ha chiesto di poter avere una pistola affermando che lui e la sua famiglia sarebbero stati "ripetutamente insultati e minacciati" e persino "aggrediti".

"Non vivo nella paura e nel terrore" ha affermato l'islamista, "ma una certa cautela è necessaria."

La Polizia bernese, come detto, ha bocciato la sua richiesta. Ma ora è pendente il ricorso.

Redazione | 3 ago 2015 08:42

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'