Accedi

Burkhalter, efficacia nella cooperazione

L'"efficienza" deve guidare l'aiuto allo sviluppo elvetico, ha sottolineato oggi il capo del DFAE Didier Burkhalter alla conferenza annuale della cooperazione svizzera, che dipende da DSC e SECO. È una nozione "necessaria", che d'altronde è centrale nel dibattito politico in Svizzera, ha aggiunto. A margine della manifestazione è stata tematizzata la fuga di risorse finanziarie dai paesi del sud del mondo.

A Berna, alla giornata della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e della Segreteria di Stato dell'economia (SECO), si sono date appuntamento 2000 persone, indica un comunicato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Oltre a Burkhalter e ai direttori di DSC e SECO Martin Dahinden e Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch, alla tribuna si sono succeduti vari esperti, tra cui Catarina de Albuquerque, relatrice speciale delle Nazioni Unite per il diritto all'acqua e all'igiene.

"Siamo efficienti ogni volta che difendiamo i nostri interessi e concretizziamo i nostri valori, di cui fanno parte il rispetto dei diritti dell'uomo, la protezione dell'ambiente e l'aiuto all'estero", ha detto il capo del DFAE, da cui dipende la DSC. La Svizzera non può andare bene, se il resto del mondo va male: "L'insicurezza è un virus contro cui lottare con la vaccinazione della stabilità", ha aggiunto.


ATS
ATS | 17 ago 2012 18:54