Accedi0/8°

Berna: Aare continua a portare molta acqua, sbarramenti mantenuti

Dopo la paura di mercoledì sera l'allarme inondazione è rientrato a Berna e la giornata odierna è trascorsa nella tranquillità. L'Aare continua a portare molta acqua e i pompieri hanno quindi deciso di non togliere gli sbarramenti approntati nei quartieri a rischio per far fronte a un eventuale straripamento.

Stando all'ultimo bollettino dei pericoli pubblicato dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) i meteorologi si aspettano infatti nei prossimi giorni nuovamente forti temporali. Secondo l'UFAM è comunque difficile prevedere dove vi sia concreto pericolo di esondazione: la portata dei grandi fiumi è infatti stimabile solo con poche ore d'anticipo.

Nella città federale la circolazione dei veicoli rimane vietata nel quartiere della Matte - tradizionalmente il più esposto - e gli abitanti sono tenuti a parcheggiare le loro vetture fuori dalla zona a rischio.

Stamani l'Aare presentava un volume di 330 metri cubi d'aqua al secondo, 90 in meno della soglia di danno fissata a 420. A preoccupare nel canton Berna non è però solo il fiume che attraversa la città più grande: la situazione rimane tesa anche al Lago di Brienz e lungo la Emme.

I pompieri hanno avuto ieri sera molto da fare anche nel canton San Gallo: le forti precipitazioni avvenute fra le 19 e le 21 hanno provocato numerosi allagamenti di cantine e autorimesse. I vigili del fuoco sono intervenuti 80 volte. Le località più colpite sono state St. Margrethen, Montlingen e Oberriet, riferisce oggi la polizia cantonale.


ATS
ATS | 5 lug 2012 18:55