Accedi13/24°

GR: 205'700 abitanti nel 2030, prevede governo

Nel 2030 gli abitanti del canton Grigioni dovrebbero essere circa 205'700, contro i 192'621 contati nel 2010. È quanto ipotizza in una nota diramata oggi il Governo grigionese. L'aumento previsto corrisponde a una crescita del 6,8%. Per Bregaglia, Val Poschiavo e soprattutto Calanca si delinea una perdita di popolazione, mentre dovrebbe guadagnare abitanti la Mesolcina.

Quello indicato è lo scenario medio aggiornato - fra tre complessivi - della previsione demografica allestita nel 2007. Secondo il Governo è anche "il più verosimile". Esso tiene conto dello sviluppo economico, attualmente inferiore alla media elvetica, dell'emigrazione verso i centri e gli agglomerati dell'Altipiano (Zurigo in particolare) e anche del tasso di natalità retico, inferiore alla media nazionale. Lo scenario superiore prevede che per il 2030 si arrivi a 216'400 abitanti (+12,3%), quello inferiore stima addirittura una diminuzione del 4,3% rispetto al 2010, a 184'400 persone.

Il Governo "ha preso atto della previsione" media. A posteriori è possibile affermare - rileva l'esecutivo - che negli ultimi cinque anni la dinamica dell'evoluzione demografica è stata maggiore di quanto previsto, non solo nei Grigioni, ma in tutta la Svizzera. Il motivo principale è stata l'immigrazione dall'estero, che era "attesa in misura minore".

Lo scenario medio prevede grosse disparità nell'evoluzione demografica delle varie regioni del cantone. Un forte aumento è previsto nelle zone attorno a Coira e Landquart, come pure in Engadina. Nel Grigioni italiano invece solo la Mesolcina presenta un saldo positivo: dalle 7097 persone del 2010 si dovrebbe passare nel 2030 a 7932, con un aumento di 835 o dell'11,8%. Rischia invece una forte diminuzione la Calanca: da 766 a 630 (-17,8%) abitanti. Anche per la Val Poschiavo (-8,5%, da 4629 a 4234) e la Bregaglia (-6,6%, da 1601 a 1496) è previsto un calo.


ATS
joe | 21 giu 2012 17:21