Accedi13/24°

TF conferma condanna per furto in supermercato

Uscire da un supermercato con il carrello della spesa pieno senza fermarsi all'ultima cassa situata all'interno del negozio per pagare è passibile di una condanna per furto. Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di una cliente della Migros che si dichiarava non colpevole.

La donna aveva superato le casse con il carrello contenente una settantina di articoli per un valore di quasi 300 franchi. Quindi aveva preso l'ascensore ed era uscita dal supermercato passando da una porta girevole automatica. Ai detective che l'hanno fermata la cliente aveva spiegato che voleva pagare la spesa al banco delle verdure situato all'esterno, dove doveva ancora acquistare alcuni prodotti.

La spiegazione non aveva convinto la giustizia basilese, che l'ha condannata a pena pecuniaria sospesa condizionalmente e una multa di 200 franchi. Ora il TF ha confermato questo verdetto, ritenendo che si sia trattato di furto. I giudici di Mon Repos rilevano che il carrello era pieno e che il piccolo banco delle verdure non aveva spazio sufficiente per registrare e pagare una simile quantità di articoli.

Secondo il gestore del supermercato non era peraltro mai successo che un cliente pagasse all'esterno i prodotti presi all'interno del negozio. Per il TF è fuori dubbio che la donna avrebbe dovuto pagare la spesa al più tardi all'ultima cassa situata all'interno del supermercato.

Non è chiaro se una condanna per furto sarebbe stata giustificata qualora la cliente avesse avuto nel carrello solo pochi articoli.


ATS
joe | 15 giu 2012 12:21