Accedi17/24°

Basilea: una domenica di violenza e sparatorie

Una maxi rissa davanti la stazione di Basilea ha coinvolto tra le 15 e le 25 persone. Un marocchino è stato invece ferito con un proiettile

Una grossa rissa è scoppiata ieri pomeriggio davanti alla stazione di Basilea. Durante la bagarre, che ha coinvolto tra le 15 e le 25 persone, sono state bruciate una bandiera svizzera e una con la svastica. Tre passanti sono inoltre stati aggrediti.

La rissa è scoppiata verso le 15.00, afferma il Ministero pubblico di Basilea in un comunicato precisando che non è stato possibile fermare nessuno dato che le persone coinvolte erano già fuggite all'arrivo delle forze dell'ordine. Le cause della bagarre sono per il momento ignote.

I passanti aggrediti sono una ragazza di 17 anni e due giovani di 18 e 19 anni. Sono stati attaccati con una spranga di ferro e con un lucchetto per biciclette. La ragazza è stata ricoverata per accertamenti.

Ieri sera, sempre a Basilea, nei pressi della stazione tedesca, un 25enne marocchino è stato ferito a una gamba con un colpo di pistola. Un automobilista di passaggio ha soccorso l'uomo e ha chiamato i soccorsi.

Il marocchino ha detto alle forze dell'ordine di essere stato preso di mira da due individui che si trovavano su un ponte ferroviario in disuso. I due sarebbero poi scappati in direzione della Germania, ha indicato il ministero pubblico basilese.

ATS
Adele | 28 mag 2012 09:58