Accedi17/24°

Orso M13 investito da un treno nella Bassa Engadina

L'orso M13 è stato investito ieri sera da un treno nella Bassa Engadina. Lo ha indicato oggi l'Ufficio cantonale grigionese della caccia e della pesca, confermando una notizia diffusa dal sito online del "20 Minuten". Non è chiaro se il plantigrado abbia riportato ferite. Intanto un altro orso è stato avvistato nella regione del passo del Forno.

Secondo "20 Minuten" un macchinista della Ferrovia retica, in viaggio da Scuol a Klosters, ha segnalato ieri sera di aver investito verso le 21.40 un animale di grossa taglia, con ogni probabilità un orso. Le autorità non hanno indicato dove esattamente sia avvenuto l'incidente.

Nella zona i guardiacaccia subito allertati non hanno trovato alcun indizio di uno scontro, ad esempio sangue. M13, un maschio di circa due anni dotato di un collare con un trasmettitore GPS, è stato localizzato stamani a circa 300 metri dal luogo dell'incidente; da allora è sotto costante osservazione. Dopo lo scontro l'orso si è comportato in maniera tranquilla, spiega l'Ufficio cantonale grigionese della caccia e della pesca. I guardiacaccia che lo hanno avvistato stamattina non hanno riscontrato ferite.

Sempre ieri sera un'automobilista ha segnalato la presenza di un orso nella zona del Passo del Forno. L'animale è stato avvistato nella notte dai guardiacaccia. Non è chiaro di che esemplare si tratti; non è escluso che sia M12, fratello di M13. Negli ultimi tempi i due plantigradi, nati nell'ambito del progetto di ripopolamento trentino "Life Ursus", si spostavano insieme nella regione di confine tra i Grigioni e il Tirolo. Un altro fratello, M14, è stato investito e ucciso da un Suv nella notte tra il 21 e il 22 aprile sulla statale del Brennero nei pressi di Chiusa.


ATS
ATS | 1 mag 2012 15:00