Accedi17/25°

Ricordati 40 anni accordo libero scambio Svizzera-UE

Per celebrare i 40 anni dell'accordo di libero scambio tra la Svizzera e l'Unione europea ha avuto oggi luogo a Bruxelles una manifestazione organizzata congiuntamente da economiesuisse e Businesseurope. I presidenti e i direttori delle due organizzazioni economiche hanno sottolineato l'importanza delle relazioni economiche bilaterali e hanno invitato ad un maggior pragmatismo per lo sviluppo di una via bilaterale che si è rivelata molto efficace.

La Svizzera è diventata il terzo partner commerciale dell'UE, dopo gli Stati Uniti e la Cina, ma davanti a paesi come la Russia, il Giappone o l'India. Lo ha sottolineato Jürgen Thumann, presidente di Businesseurope: "con un'eccedenza della sua bilancia commerciale di 40 miliardi di euro all'anno per i beni e i servizi, la Svizzera è una destinazione privilegiata dalle economie degli Stati membri dell'UE. Gli accordi pragmatici hanno permesso di rafforzare questa relazione strategica per il commercio e gli investimenti", ha dichiarato.

Per quanto concerne gli interessi dell'economia europea e di quella elvetica, occorre adottare un approccio focalizzato sulla ricerca di soluzioni. Gerold Bührer, presidente di economiesuisse, si è detto convinto che "su questa base sarà possibile trovare, a livello politico, soluzioni pragmatiche e soddisfacenti per entrambe le parti".


ATS
ATS | 25 apr 2012 11:15