Accedi16/24°

"Miss simpatia, la partita è chiu­sa"

Duro attacco a Lara Gut stamane sulle colonne del CdT. E nel pomeriggio la difesa sul Mattino leghista

La­ra Gut continua a far discutere. Stamane, sulle colonne del Corriere del Ticino, si poteva infatti leggere un duro attacco alla giovane sciatrice di Comano. Nel pomeriggio, poi, la difesa di Lara, sul portale della Lega dei Ticinesi.

"Le attenzioni della stampa sviz­zera - citiamo dal CdT - sono tutte per Lara, ma lei non ricambia. Dopo gli allena­menti di ieri - prima gli uomini, poi le donne - nel parterre della zona d'arrivo si fermano tutti a scambiare quattro chiacchiere coi giornalisti: da Cuche a Innerho­fer, dalla Gisin alla Vonn. Ognu­no si carica sulle spalle i propri problemi, le proprie tensioni, ma si comporta da professionista. E i doveri di un professionista so­no anche quelli di parlare con ra­dio, tv e stampa scritta. Solo la piccola star di casa nostra tira dritto, senza nemmeno salutare. Per conquistare il titolo di cam­pionessa del mondo ci sono an­cora occasioni. Per quello di miss simpatia invece, la partita è chiu­sa. E persa, purtroppo".

"Lara Gut - citiamo dal Mattino online - ha la passione per lo sport, per lo sci alpino e non per le interviste! Lara Gut è una giovane promessa dello sci alpino svizzero. E sta diventando sempre di più una campionessa. Certo... con alti e bassi, infortuni e cadute... ma dopo tutto anche quest'anno al top. Lara scia per passione. È giovane e motivata. Ogni tanto sbaglia. Risponde per le rime. Dicono che alza la cresta. Forse. O forse si protegge così dall'ondata di popolarità, dagli assalti di centinaia di giornalisti in cerca di scoop. E se dopo un duro allenamento non hai le energie o la voglia di rispondere alle solite domande dei giornalisti e giornalai... allora ti sdoganano in prima pagina come antipatica. Come è successo oggi sul CDT. Lara è già sovraesposta mediaticamente e fa bene a non alimentare questo gioco al massacro dei giornalisti. Quelli che il giorno prima ti esaltano e quello dopo ti massacrano, quelli che cercano scoop e non notizie. Quelli in cerca di personaggi da sfruttare. Certo la famiglai Gut ha sbagliato.. ha deciso di spostare il domicilio fiscale di Lara nel Canton Svitto. Una scelta antipatica agli occhi di molti ticinesi. Dobbiamo però considerare che gli "introiti" di Lara non vengono dal Ticino, bensì in gran parte dalla Svizzera e dall'Europa. Quindi da un punto di vista economico Lara Gut non "porta via" niente al Ticino. Forse le nostre autorità fiscali dovrebbero farsi un po' di autocritica. Era capitato anche con Schumacher quando voleva portare il suo domicilio in Ticino. Come mai le autorità fiscali del Vallese o di Svitto riescono ad attirare questi personaggi? Personaggi che pagherebbero milioni di imposte... Noi invece preferiamo farli scappare e insultarli se non rispondono ad un'intervista... ma bravi! L'invidia è una brutta bestia".
joe | 13 feb 2011 15:10