Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 62

Il Lugano non finalizza la rimonta e lo Zurigo è campione

In vantaggio dopo 6'55'' grazie ad un polsino di Geering, nel finale di gara i Lions raddoppiano a gabbia sguarnita con Kenins

Il Lugano le ha tentate tutte, ma, alla fine, chiudendo gara-7 con il gol di Kenins a gabbia sguarnita, lo Zurigo ha conquistato il nono titolo della sua storia. Dopo una regular season deludente, chiusa al settimo posto, la squadra ripresa dall'ex allenatore dell'Ambrì-Piotta Hans Kossmann, ha iniziato una serie impressionante di vittorie,che gli hanno permesso di eliminare dapprima il quotatissimo Zugo e e poi i doppi campioni in carica del Berna.

Acquisita grande fiducia nei propri mezzi, la compagine tigurina ha poi iniziato nel migliore dei modi la serie con i bianconeri andando sul 2-0. Ma poi, la forza di reazione del generosissimo Lugano, aveva dapprima permesso ai bianconeri di accorciare le distanze in gara-3, alla Resega, e poi, dopo il nuovo allungo zurighese all'Hallenstadion, Vauclair e compagni erano riusciti a riportarsi sul 3-3, rinviando la decisione alla settima sfida.

Nella partita decisiva, ai bianconeri è però mancata la necessaria lucidità e anche un po' di fortuna, se si pensa ai grandissimi intervfenti di Flüeler nel terzo periodo, che hanno letteralmente salvato la propria squadra.

Lo Zurigo, che nel torneo 2000/2001 giocò un bruttissimo scherzo ai bianconeri, venendo a prendersi il titolo alla Resega in una drammatica gara-7, decisa da una stoccata dalla linea blu di Samuelsson nell'overtime, ha trovato la quadratura del cerchio nei playoff e, paradossalmente, la squalifica rimediata da Pettersson nella sesta sfida, è risultata positiva per la squadra di Kossmann. In effetti, il canadese Linden Vey, sostituto dell'attaccante svedese e a margine dei playoff per un infortunio, ha assicurato molta più fisicità rispetto all'ex folletto bianconero.

Tornando ai bianconeri, va detto che la seconda finale persa negli ultimi tre anni, pur dolorosissima che sia, deve costituire il trampolino di lancio per la prossima stagione, che vedrà sicuramente ancora protagonista il club di Vicky Mantegazza.

 

TABELLINO:

LUGANO-ZURIGO LIONS 0-2 (0-1, 0-0, 0-1)
Reti: 6'55'' Geering (Miranda) 0:1, 59'40'' Kenins (a porta vuota) 0:2.

Lugano: Merzlikins; Johnston, Furrer; Sanguinetti, J. Vauclair; S. Ulmer, Wellinger; Sartori, Riva; Lapierre, Lajunen, Hofmann; Walker, Sannitz, Reuille; Fazzini, Morini, Bertaggia; Vedova, Romanenghi, Zorin.
Zurigo: Flüeler; Klein, P. Baltisberger; D. Sutter, Geering; Berni, Marti; Guerra, Seger; P. Suter, Vey, Korpikoski; R. Wick, Shore, Kenins; C. Baltisberger, Schäppi, Herzog; Künzle, Prassl, Miranda.

Note: Pista della Resega. 7’200 spettatori (tutto esaurito). Arbitri: Eichmann, Stricker; Borga, Obwegeser. Penalità: 1x2’ Lugano; 1x2’ Zurigo. Timeout: 50'19'' Zurigo.

 

LA CRONACA:

1' - Dopo l'emozionante inno svizzero si parte alla Resega con l'ingaggio d'inizio e il primo puck lo conquistano i bianconeri e Sannitz impegna subito Flüeler.

4' - Ulmer impegna Flüeler dalla media distanza.

5' - Julien Vauclair rientra negli spogliatoi visibilmente claudicante!

6'55'' - GOL di capitan Geering che porta in vantaggio i Lions con un tiro all'incorcio dei pali dalla media distanza: HCL-ZSC Lions 0:1

7' -  Primo cambio per Cunti.

10' - Il Lugano reagisce e Walker impegna Flüeler.

13' - Primo cambio per Zorin.

13'55'' - Miranda raddoppia in seconda battuta, dopo una mischia nello slot, ma dopo l'analisi-video Eichmann e Strickerannullano per colpo di bastone su Merzlikins!

14' - Torna in panchina Julien Vauclair.

16' - Pius Suter impegna severamente Merzlikins.

17' - Penalità contro Künzle per fallo su Bertaggia

19' - Rientra Künzle.

20' - Zurigo in vantaggio per 1:0 alla prima pausa.

21' - Al rientro sul ghiaccio, Lapierre impensierisce Flüeler con tiro ravvicinato.

24' - Julien Vauclair rientra negli spogliatoi!

25' - Azione personale di Lajunen il cui tiro viene frenato da un difensore zurighese.

26' - Diagonale di Lapierre innescato da un tocco volante di Hofmann, devia Flüeler.

28'  Vauclair torna in panchina per sostenere i compagni di squadra senza entrare sul ghiaccio.

29' - Herzog inquieta Merzlikins con una conclusione ravvicinata.

31' - Penalità contro Zorin per aggancio su Kenins.

32' - Korpikoski tira a lato di poco!

32' - Merzlikins rischia l'uscita laterale salvando poi miracolosamente su Wick!

33' - In shorthand Sannitz impegna severamente Flüeler!

35' - La partita ristagna e la fino a questo punto la differenza la fa il possente canadese Linden Vey, sostituto dello squalificato Pettersson.

37'/38' - Phil Baltsiberger rischia l'autogol su tocco nello slot di Lapierre e poi, un minuto più tardi va negli spogliatoi per un colpo ricevuto in mischia!

40' - Si va alla seconda pausa: HCL-ZSC LIONS 0:1 

42' - Erroraccio di Wellinger, ma Herzog non ne approfitta! 

43' - Reuille manda a lato di poco!

44' - Sul capovolgimento di fronte, Miranda giunge dinanazi a Merzlikins, che sventa!

45' - Walker da pochi passi, grande intervento di Flüeler!

46' - Pius Suter da sotto misura, mikracoloso Merzlikins!

49' - Morini da sotto misura, sventa Flüeler!

50'19'' - Timeout chiesto da Kossmann per permettere ai Lions di riprendere le forze in ina partita dai ritmi ora molto elevati.

54' - Chris Baltisberger non riesce a sorprendere Merzlikins tirando troppo cenralmente da ottima posizione!

55' - Hofmann a Lapierre, tocco ravvicinato, Flüeler compie il miracolo in spaccata e con il guantone. 

57' - Shore sfiora il raddoppio da due passi su assit di Vey!

59' - Con Merzlikins fuori, Herzog non riesce a segnare a gabbia sguarnita!

59'40'' - GOL di Kenins a gabbia sguarnita! Per il Lugano è finita! Zurigo campione svizzero per la nona volta nella sua storia. HCL-ZSC LIONS 0:2.

 

RQ

 

 

 

Redazione | 27 apr 2018 22:30

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'