Accedi
Commenti 2

Tutto troppo facile: il City travolge il Basilea

Trascinati da un Gündogan in grande spolvero i 'citizen' hanno sbancato il St. Jakob con il punteggio di 4-0

Nulla da fare per la banda di Raphael Wicky in questo ottavo di finale di Champions League. Il Manchester City di Pep Guardiola si è rivelato un avversario troppo ostico, tanto da imporsi tra le mura del St. Jakob con il risultato di 4-0.

Risultato che gli inglesi hanno ottenuto, va detto, senza troppi problemi. I renani si sono resi pericolosi solo in avvio di gara con Oberlin, che ha però mancato una ghiotta occasione solo davanti a Ederson. Da lì in avanti è stata pura accademia per i ‘citizen’. Trascinati da un Gündogan in grande spolvero, il City ha bucato tre volte Vaclik nel primo tempo (al 14’ con Gündogan, al 18’ con Bernardo Silva e al 24’ con Agüero) e una volta nella ripresa, sempre con il centrocampista di origini turche.

Lato Basilea, da segnalare un’altra occasione fallita di testa da Oberlin e un bell’intervento dell’estremo difensore brasiliano del City su un tiro da fuori di Elyonoussi. L'undici renano, nel complesso, si è dimostrato troppo 'molle' per poter impensierire la retroguardia inglese, forse il vero punto debole della squadra di Guardiola (in particolare Kompany sembra ormai il lontano parente del giocatore ammirato negli scorsi anni).

Redazione | 13 feb 2018 22:35

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'