Accedi
Commenti 2

Behrami si sente tradito?

Spunta un like del centrocampista al tweet "da un infortunio si recupera, da un tradimento di fiducia no". Mossa casuale?

Non sembra destinata a placarsi la polemica tra l’Udinese e la Federazione svizzera di calcio, con il club friulano che ha chiesto l’immediato rientro in Friuli del centrocampista rossocrociato.

Secondo il club Valon è infortunato e non potrebbe giocare. Va detto che difficilmente scenderà in campo nella sfida di andata a Belfast, ma con ogni probabilità sarà schierato per il match di ritorno a Basilea. Ed è proprio questo scenario a preoccupare il club della famiglia Pozzo.

Behrami, già prima di imbarcarsi per Belfast, aveva dichiarato di aver parlato con l’allenatore Luigi Delneri, spiegandogli l’importanza di queste partite con la nazionale.

“Decido io se giocare o meno. Naturalmente con il consulto medico della nazionale. Mi prendo la responsabilità di decidere da solo. Per me queste partite sono qualcosa di molto importante, anche per la mia carriera. Non potrei starmene seduto in casa. Ma è fondamentale che chi gioca giovedì sia pronto al cento per cento. Se dovessi essere solo al novanta per cento, non scenderò in campo".

Parole che sembrano cozzare con le richieste del suo club. Ovviamente è presto per parlare di vera e propria rottura tra le parti, ma a destare qualche sospetto è il like del centrocampista a un tweet della mental trainer Lisa Buehler (“Da un infortunio si recupera, da un tradimento di fiducia no”).

Mossa casuale?

Redazione | 8 nov 2017 16:06

Articoli suggeriti
Il centrocampista rossocrociato ha già ribadito di volerci essere per gli spareggi: "Non potrei starmene seduto a casa"
L'Udinese chiede l'immediato rientro in Friuli del calciatore e minaccia azioni legali. "È infortunato, non può giocare"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'