Accedi
Commenti 10

Le pagelle di Thun - Lugano

Da Costa ancora incerto, Mariani croce e delizia, i sostituti non incidono

DaCosta: sta attraversando un periodo difficile. Dopo le disattenzioni nel match contro il Pilsen anche oggi ci mette del suo in una rete degli avversari. Sul gol del pareggio valuta male il tiro scagliato da Lauper. Voto: 3

Rouiller: partita di sostanza da parte del romando, schierato oggi terzino. Copre con sicurezza e quando può si spinge in avanti. Voto: 4

Sulmoni: preciso e ordinato, decisamente più presente rispetto al compagno di reparto che gli sta di fianco. Voto: 4+

Golemic: svagato e impreciso ad immagine di un retropassaggio a Da Costa che mette i brividi a tutti i tifosi bianconeri. Voto: 3.5

Daprelà: 90 minuti di sacrificio da parte del terzino bianconero. Lotta, corre e non molla mai malgrado abbia una caviglia in disordine. Voto: 4.5

Ledesma: ne ha per 45 minuti, non di più. Ma finché il fisico lo sorregge sbaglia davvero poco. Voto: 4+

Sabbatini: partita senza lode e senza infamia. Voto: 4

Mariani: con la complicità del portiere avversario trova la rete del vantaggio, pochi minuti dopo si divora un'altra grande occasione che avrebbe indirizzato in modo netto il confronto. Nel bene e nel male è sempre fra i protagonisti di questo Lugano. Voto: 4.5

Mihajlovic: avanzato a causa dell'assenza di Bottani gioca una discreta partita segnata dalla rete mancata nel primo tempo a pochi passi dalla porta del Thun. Voto: 4+

Junior: vivace, lotta su ogni pallone, anche quando, con l'uscita di Gerndt, viene schierato nel ruolo a lui poco adatto di prima punta. Voto: 4.5

Gerndt: fisciamente non è al top eppure finché resta in campo si dà un gran da fare. È lui a servire a Mariani un assist al bacio che il centrocampista non riesce a sfruttare. Voto: 4.5

Piccinocchi: entra per Ledesma ma si vede che è ancora indietro di condizione. Voto: 3.5

Culina e Milosavljevic: entrano ma non incidono per nulla, anzi. Il primo non è ancora presentabile a questi livelli, il secondo non riesce a far nulla per dimostrare che dovrebbe giocare di più. Voto: 3

Tami: malgrado quanto successo nelle ore precedenti al match, la squadra ha risposto presente. Merito va dato anche al tecnico ticinese che è riuscito a tenere fuori dalla porta dello spogliatoio la polemica con il presidente. Un pareggio fuori casa non è mai da buttare via, anche se in questo caso è sinonimo di ritorno all'ultimo posto in classifica. Voto: 4.5

della

della | 5 nov 2017 18:34

Articoli suggeriti
I bianconeri non sfruttano le occasioni del primo tempo e si fanno raggiungere dal Thun (1-1)
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'