Accedi
Commenti 17

La reazione di Christian Constantin: "Mi fa ridere..."

Il presidente del FC Sion afferma che domenica sarà al Tourbillon. "Vogliono la guerra, avranno la guerra"

Non è rimasto particolarmente impressionato, Christian Constantin, dalla doppia sanzione inflittagli oggi dalla Commissione disciplinare della Swiss Football League, 14 mesi di interdizione dagli stadi e 100'000 franchi di multa.

"Mi fa ridere... Ne prendo atto, ma finisce qui" commenta il presidente del FC Sion, interpellato da Le Matin. "Dimostra l'incompetenza di questa commissione. D'altronde non sono nemmeno stato convocato o sentito. Vogliono la guerra, avranno la guerra. Vedremo chi sarà ancora in piedi alla fine."

Costantin svia quando gli viene chiesto se pagherà i 100'000 franchi di multa, mentre in merito all'interdizione dagli stadi afferma: "Perché non dovrei esserci domenica al Tourbillon per la partita con il San Gallo? Io sono il locatario dello stadio. Se mi si dice di non andare a dormire da me, ci vado lo stesso, o cosa?"

Già appena prima di conoscere la sentenza della Commissione disciplinare Constantin, sempre a Le Matin, aveva dichiarato: "Possono darmi anche 100 anni, ma non starebbe in piedi. In cosa la Lega è competente? Da quello che so, Rolf Fringer non è né un membro né un arbitro della SFL. Un giocatore che commette un eccesso di velocità mentre si reca allo stadio per giocare una partita non viene giudicato dalla Lega. Idem se un giocatore non paga le sue imposte. Perché invece io dovrei esserlo?"

Dal canto suo il presidente della Commissione disciplinare della SFL, il ticinese Daniele Moro, ha parlato di "decisione severa e proporzionata".

Anche lui interpellato da Le Matin, ha negato che la sua commissione sia stato influenzata dalla campagna del Blick contro il presidente del Sion. "La commissione è totalmente indipendente, non si fa influenzare in nessun modo dalla stampa. E le decisioni che prendiamo non sono mai legate alle persone che coinvolgono. Christian Constantin è un funzionario del calcio come molti altri e non l'abbiamo giudicato perché è Christian Constantin."

Redazione | 12 ott 2017 13:59

Articoli suggeriti
Fringer ha denunciato il presidente del Sion, che a sua volta lo accusa di diffamazione, ingiuria e coazione
L'avvocato Canevascini commenta la doppia sanzione decisa dalla SFL nei confronti del presidente del FC Sion
Il presidente del FC Sion non potrà entrare neanche in tribuna o negli spogliatoi. "Violazione molto grave"
Lanciata una petizione per chiedere una sanzione esemplare nei confronti del presidente del FC Sion
Anche il figlio del presidente del FC Sion è finito nel mirino della Commissione disciplinare della SFL. VIDEO
Il presidente del Sion torna sull'aggressione a Fringer. E su Tramezzani: "Paolo ha ben recepito il messaggio"
Nuovi elementi sulla vergognosa aggressione compiuta dal presidente del Sion giovedì sera a Lugano
In conferenza stampa Christian Constantin ha commentato l'aggressione di ieri ai danni di Rolf Fringer
L'aggressione ai danni di Rolf Fringer è finita sui principali quotidiani internazionali, dal Kazakistan all'India. FOTO
L'ex allenatore della Nazionale Köbi Kuhn auspica un lungo periodo di sospensione per il presidente del Sion
Pier Tami ha parlato dell'aggressione ai danni di Fringer e della partita di domenica: "Alcuni non sono pronti"
Christian Constantin non demorde e denuncia Rolf Fringer. La SFL ha aperto un'inchiesta
Al termine del match a Cornaredo il presidente del Sion si è scagliato contro l'ex allenatore della nazionale. VIDEO
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'