Accedi
Commenti

"Challenge? La popolazione ha preferito la retrocessione"

Il presidente del Le Mont spiega i retroscena del ritorno nel calcio regionale della sua squadra

Anche in questa stagione di Challenge League si è ripetuto uno scenario di certo non nuovo: nessuna retrocessione sul campo, bensì una d'ufficio. Stavolta però nessuna imposizione, ma una autorelegazione decisa dal Le Mont.

Il presidente Serge Duperret ha infatti deciso di rinunciare a richiedere la licenza per la prossima stagione. All'origine del gesto, i numerosi scandali che hanno contraddistinto la serie cadetta. Match truccati, le vicende Servette e Bienne e infine il Wil: "Davvero troppo" per il presidente del club losannese, secondo il quale i mezzi finanziari necessari si sarebbero potuti trovare.

In un'intervista a La Liberté, lo stesso presidente ha però anche precisato che dietro alla scelta vi sarebbe pure una questione più filosofica: "Avremmo potuto cavarcela grazie al sostegno, seppure arrivato tardivamente, delle autorità comunali. La popolazione però non si identificava più nella squadra, voleva che tornassimo nella terza lega vodese. È stato anche il desiderio del nuovo comitato societario. Rispetto questa decisione."

La sconfitta dell'ultima giornata contro il Servette è così stato l'ultimo match professionistico del piccolo club losannese, che dopo tre stagioni consecutive tra i professionisti tornerà tra gli amatori. Niente Promotion League, bensì un ritorno diretto tra le leghe regionali. Se la squadrà tornerà nei campionati dove militava quando Duperret ne ha preso la direzione, 19 anni fa, lo stesso presidente invece pare interessato a continuare a fare il patron nell'élite del calcio nazionale: "Fra qualche mese lascerò tutto al nuovo comitato - ha dichiarato a 24Heures - Poi non mi rilancerò in un'altra avventura, se non in Swiss Football League. "

Per quanto riguarda i giocatori, l'avvenire è decisamente più incerto. Alcuni hanno già trovato nuove destinazioni, come Jetmir Krasniqi che arriverà a Chiasso, ma tanti altri sono ancora in cerca di una nuova squadra.

 

Redazione | 9 giu 2017 10:17

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'