Accedi
Commenti 14

Il Le Mont non giocherà più in Challenge League

Vistosi negare la licenza in prima istanza, il presidente Duperret ha deciso di gettare la spugna. Il Chiasso può tirare un sospiro di sollievo

Dalla prossima estate il Le Mont non sarà più una compagine di Challenge League. Come ha anticipato la RSI, lo ha comunicato il presidente Serge Duperret in un'intervista apparsa su Le Matin, dopo che il club si è visto negare dalla SFL la licenza necessaria per disputare il campionato nella seconda massima divisione elvetica.

"Sono stanco di lottare, ogni anno ci siamo battuti e abbiamo ottenuto la licenza in seconda istanza, ma questa volta non lo faremo". Il Le Mont lascerà dunque la serie cadetta anche senza retrocessione sul campo. Duperret ha puntato il dito sulla licenza rilasciata al Wil, club alle prese con seri problemi economici. "Noi pagheremo tutti gli stipendi fino alla fine. Al contrario di altri, non cominciamo una stagione senza sapere se potremo arrivare sino in fondo e non promettiamo salari che non ci possiamo permettere. Loro hanno ricevuto il permesso in prima istanza ed è ingiusto. Riducono i salari del 75% e ottengono immediatamente la licenza... Per continuare ci vogliono 2,5 milioni e non li abbiamo".

Una decisione non positiva per il calcio svizzero, ma che sicuramente può far tirare un sospiro di sollievo al Chiasso. Se i rossoblu ricevessero la licenza in seconda istanza, saranno automaticamente salvi, nonostante la classifica.

 

 

Redazione | 1 mag 2017 11:46

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'