Accedi1/2°

La SAV punta su O’Bannon

Il team di Rodrigo Pastore potrà contare anche sul supporto del 29enne proveniente dalla Argentinian Liga A

Prosegue con regolarità la fase di allestimento del roster 2012-2013 della SAV Vacallo Basket. Dopo essersi assicurata le prestazioni sportive di tre dei migliori giocatori Under 23 svizzeri in circolazione (Miroslav Petkovic, Roman Albrecht e Reto Schwaiger), il team di Rodrigo Pastore potrà contare anche sul supporto di Larry O'Bannon, top player USA proveniente dalla Argentinian Liga A. Si tratta di una guardia tiratrice dal gioco spettacolare ma assai pratico, dinamica e propositiva, un giocatore di altissimo livello che, fra l'altro, è stato fra gli assoluti protagonisti dell'ultimo All-Star Game argentino. O'Bannon porta in dote in Ticino anche una robusta esperienza internazionale: non solo ha giocato in alcuni dei principali campionati europei (Italia, Serbia, Grecia, Israele) e non (Argentina e Venezuela), ma vanta pure la partecipazione a tre ULEB Cup (2005, 2006, 2007) e alla FIBA Eurochallenge del 2011 (con il Maccabi Haifa e garantendo 12,1 punti a partita). Nato il 15 agosto 1983, Larry O'Bannon porterà quindi a Vacallo talento ed esperienza, formando con i confermatissimi Matt Schneidermann e Rickey Gibson un terzetto dall'enorme potenziale. Alto 194 cm, nelle due ultime stagioni ha vestito la maglia del Boca Juniors con queste statistiche: 14,2 punti a partita in 30 minuti di gioco nel 2011; 16 punti in 30 minuti nel 2012. O'Bannon, che ha firmato un contratto di un anno, si è formato cestisticamente alla Louisville University dova ha giocato dal 2001 al 2005 (miglior stagione il 2005: 15 punti a partita) e dove, sempre nel 2005, si è laureato. O'Bannon è rimasto molto legato alla sua città natale, tanto da aver creato nel 2006 una Fondazione che porta il suo nome e che opera a beneficio della gioventù locale, partecipando ad esempio alle attività del posto oppure organizzando un camp estivo destinato ai più giovani. Un impegno, quello nel sociale, che O'Bannon persegue senza sosta da parecchi anni. Un personaggio molto amato e rispettato dentro e fuori dai palazzetti. E non è certo un caso che il suo nickname sia "Son of The City". Un giocatore fortemente voluto dal coach dei gialloverdi Rodrigo Pastore: "E da tempo che lo stiamo seguendo con attenzione perché Larry è sempre stato una delle nostre priorità assolute. È un giocatore molto completo offensivamente: dispone di tecnica, fisico e di ottimo tiro della distanza, qualità che faranno di lui il nostro punto di riferimento. Il suo stile intelligente e altruista, caratteristiche importantissime nel contesto di gioco che da tempo la SAV vuole esprimere, sarà fondamentale per la crescita della squadra durante tutta la stagione".
SerenaB | 2 lug 2012 14:15