Accedi16/24°

È morto Gianni Bolzani

Si è spento ieri all’età di 85 anni Giovanni “Gianni” Bolzani, avvocato luganese già radio e telecronista della RSI negli anni pionieristici

 

È stato presidente del settore giovanile del FC Lugano e membro del comitato di sostegno bianconero.

Gentile, di animo buono, prudente nei giudizi ma all’occorrenza sferzante quando proprio non ne poteva fare a meno, Gianni Bolzani ha caratterizzato un’epoca pionieristica della radio e della televisione della Svizzera Italiana. Avvocato e notaio fra i più apprezzati del foro luganese, iniziò a titolo puramente amatoriale a raccontare le imprese del Lugano, del Bellinzona, del Locarno e del Chiasso nelle cronache radiofoniche degli anni ‘50 e ‘60, per poi passare in un secondo tempo anche alla televisione di Comano, per la quale raccontò i tornei tennistici di Wimbledon e Gstaad e spiegò a coloro che faticavano a capirlo il golf degli Open di Crans Montana. Tifosissimo sempre obiettivo e alieno da ogni fanatismo del Football club Lugano, negli ultimi tempi lo aveva un po’ mollato, forse stufo delle troppe vicende in chiaroscuro che avevano contraddistinto il club bianconero, del quale fu tanti anni fa presidente del settore giovanile e recentemente membro del comitato di sostegno. Al figlio Antonio, oggi valido collaboratore della RSI, giungano le nostre più sincere condoglianze.
  
MAURO ANTONINI

paul | 22 giu 2012 16:19