Accedi-1/7°

"Sulmoni e Perrier in pole"

I due giocatori dovrebbero seguire Ponte a Bellinzona come ci ha spiegato il nuovo allenatore granata

Sono stati giorni di attesa, per tutti, ma, soprattutto, per Raimondo Ponte. E stamattina, dopo l’annuncio ufficiale, un sospiro di sollievo lo ha tirato anche l’ex tecnico del Chiasso.
 

“In effetti non è stato semplice rimanere in attesa, ma la società ha voluto prendersi un po’ di tempo per fare la scelta giusta.
Finalmente oggi c’è stato l’annuncio e sono molto contento."
 

Quando Raimondo Ponte è stato sicuro di diventare l’allenatore del Bellinzona?
“Ieri sera e stamattina quando ho incontrato il presidente e abbiamo concluso.”
 

Da Chiasso a Bellinzona per vincere.
“Prima dovevo parlare di salvezza, ora invece ci sono altri traguardi da raggiungere, si tratta di vincere per conquistare la promozione in Super League. Una bella sfida.”

 

 

Giulini ha detto che la scelta è caduta su di lei per il fatto che conosce il calcio svizzero e per i risultati che ha conseguito con il Chiasso.
"Credo più per quello che ho fatto a Chiasso che per il fatto di conoscere il calcio elvetico. Alla fine sono i risultati che contano. Se anche fossi il più grande conoscitore del calcio, ma non avessi ottenuto alcun risultato, il Bellinzona non mi avrebbe scelto." 

 

Come assistente avrà Antonio Tavares, allenatore di una squadra di lega minore francese, lo conosceva già?
“No, ma l’ho incontrato qualche giorno fa e mi è sembrato un bravo ragazzo. Avrà l’occasione di imparare tante cose da questa esperienza. Sono fiducioso. Inoltre spero che possa seguirmi da Chiasso anche il preparatore atletico Michele Ritter.”
 

Da Chiasso potrebbe seguirla anche qualche giocatore. Si può dire che Sulmoni e Perrier sono in pole position?
“Si, lo si può dire.”
 

Il centrale e il centrocampista però non sono gli unici nomi sulla lista dei “desiderata” del neo tecnico granata. Nei prossimi giorni presidente e allenatore si troveranno nuovamente per parlare di mercato, conferme e nuovi acquisti.

 

paolo laurenti

joe | 5 giu 2012 12:38