Accedi13/24°

Titoli ticinesi in palio a Tenero

di Massimo Baroffio

Ospitati nel bellissimo Centro Sportivo di Tenero dotato per l’occasione di una tribuna per pubblico ed atleti, prenderanno il via domani alle 9.00 i Campionati ticinesi e regionali di categoria, atto conclusivo dell’intensa (ma troppo breve) attività natatoria cantonale estiva. In poco più di un mese gli atleti hanno dovuto affrontare ben sette appuntamenti: Verbano, Bellinzona 5000, Mendrisio, Ticinesi di mezzofondo, Gallarate, Castello e Chiasso.
Appare piuttosto evidente come la Federazione ticinese, per la prossima stagione, dovrà fare in modo di apportare alcune modifiche al calendario regionale, per evitare questo affollamento di appuntamenti che rischia solo di sovraccaricare gli atleti e di rendere sempre meno interessante, dal punto di vista tecnico e soprattutto motivazionale, la partecipazione alle varie manifestazioni. A bordo vasca infatti si è già iniziato ad ipotizzare di essere costretti a disertare alcune manifestazioni, cosa, di per sé, non grave, ma sempre poco simpatica nei confronti degli stessi organizzatori.
Da alcuni anni la Federazione ticinese ha deciso di far svolgere contemporaneamente i campionati giovanili e quelli assoluti, questo per sopperire, almeno in parte, alla ormai cronica caratteristica del nuoto cantonale, quella di essere sempre più una realtà prettamente giovanile. Così, per evitare di assistere a gare valide per l’assegnazione del titolo cantonale con pochissimi atleti, si è deciso di adottare la formula a tutt’oggi utilizzata. Il programma prevede così la disputa di batterie miste per età e solo quelle principali, dove presumibilmente verranno assegnati i titoli, suddivise per categorie (nati nel ’95 e più vecchi, 96-97, 98-99, 00-01 e 2002 e più giovani). Il titolo di campione ticinese assoluto verrà invece assegnato all’atleta che, indipendentemente dall’età, avrà ottenuto la miglior prestazione cronometrica nelle varie discipline previste.
Il termine della manifestazione, previsto nel tardo pomeriggio di domenica, sancirà pure la conclusione dell’attività per molti dei nostri atleti che potranno così godersi le meritate vacanze dandosi appuntamento per la ripresa degli allenamenti alla fine del mese di agosto. Una pausa indubbiamente troppo lunga – quasi due mesi – e anche in questo caso sarebbe auspicabile che, magari spostando l’ultimo appuntamento qualche settimana più avanti, la Federazione intervenga. Per i più bravi, invece, l’attività proseguirà a livello nazionale fino alla metà del mese di luglio con i Campionati svizzeri giovanili di Basilea.
Anche per questo motivo, oltre alla concomitanza dei Campionati europei juniores, non tutti gli atleti prenderanno parte alle loro discipline migliori, abbassando ulteriormente il livello di una manifestazione che, una volta, rappresentava l’appuntamento clou dell’intera stagione cantonale; forse posizionare la manifestazione dopo l’evento principe, rappresentato dal Criterium giovanile, potrebbe rappresentare una soluzione per cercare di ridare interesse all’appuntamento stesso.
SerenaB | 6 lug 2012 14:43