Accedi14/25°

Cronaca di un amore finito

È divorzio tra il Bellinzona e l'allenatore Martin Andermatt

di Paolo Galli

«L’Associazione Calcio Bellinzona, comunica la conclusione del rapporto di lavoro con il signor Martin Andermatt al quale, unitamente ai membri del suo staff tecnico, non è stato rinnovato il contratto di allenatore della prima squadra. (...) Il successore alla guida tecnica dell’AC Bellinzona per la stagione 2012/2013 sarà comunicato nei prossimi giorni, non appena concluse le opportune valutazioni in merito da parte del presidente Giulini e della direzione sportiva dell’ACB». Capito? Il Bellinzona ha deciso di fare a meno di Andermatt dopo un solo anno di lavoro, puntando quindi il dito su di lui quale capro espiatorio della mancata promozione. Lo ha ammesso, in pratica, lo stesso presidente Giulini. «Il mancato raggiungimento del nostro obiettivo ha incrinato il rapporto di fiducia con Andermatt. Abbiamo quindi deciso di non confermarlo».
È successo tutto così in fretta! Un anno fa fu amore a prima vista: Andermatt convinto dalle idee di Giulini, Giulini dal pragmatismo di Andermatt, coinvolto addirittura nel “progetto Zugo”. Poi il rapporto si è incrinato in fretta. Addirittura il tecnico ha rischiato l’esonero dopo la sconfitta di Winterthur, ma si è salvato, infilando una serie di vittorie. Il presidente però aveva già una gran voglia di cambiare, di affidarsi a un altro uomo, magari convincendo Ponte a lasciare il Chiasso in corso d’opera.
E oggi, Ponte? Da noi contattato, l’ex tecnico rossoblù ci ha subito detto: «Non sarò io il prossimo allenatore del Bellinzona. C’è stato un contatto, è vero, ma... leggero». Il contatto non fu così leggero, e Ponte rimane in pole. Ma gli altri nomi fatti o che si fanno sono quelli di Ciriaco Sforza, Martin Rueda e Alberto De Rossi. Giulini: «Stiamo valutando una figura altrettanto seria rispetto ad Andermatt, che dia alla squadra un’identità contrassegnata però da una maggiore intensità, che sappia far lottare la squadra sino al 96’ minuto e che possa valorizzare i giovani. Sforza? Non è un nome caldo».
Escluso allora anche Sforza, tra gli allenatori citati, restano Rueda e De Rossi. Rueda, appena liberato dal Losanna, ci ha detto: «Contatti con il Bellinzona? No (dopo averci pensato qualche secondo..., ndr), per il momento no, non ho sentito nessuno. Il mio obiettivo sarebbe di restare in Super League, ma piuttosto che non lavorare allora sarebbe meglio ripartire dalla Challenge League... Sto aspettando». E De Rossi senior sarebbe pronto a lasciare la primavera della Roma? Alcuni nostri colleghi romani non escludono questa prospettiva, in particolare ora che per la prima squadra è in arrivo Zeman. Ma sino a un mese fa, De Rossi escludeva l’ipotesi svizzera.
Insomma, la logica consiglierebbe una pista interna – oltre la metà della rosa parla svizzero tedesco –, ma il fatto che il DS sia italiano, ecco che il mirino potrebbe tornare a essere puntato oltre confine, per quello che sarebbe, a questo punto, un madornale errore. In pole, dovessimo fare un nome, lasceremmo comunque Ponte: sarà lui il nuovo “amore” di Giulini?

La cultura di chi aggiusta le cose

L’ho appena sentito dire: “Una volta le cose rotte si aggiustavano; oggi invece si buttano e se ne comprano di nuove”. Il calcio, anche quello ticinese, oggi funziona proprio così: alla minima incrinatura, il rapporto tra una società e il suo allenatore è pronto per essere interrotto, quindi buttato. E via, si riparte, tra nuove incertezze e con un ideale di continuità che riscontriamo unicamente nell’aria fritta che ci svendono, ma non nella sostanza. Quattro squadre ticinesi, quattro società che, nel giro di una settimana, volenti o nolenti, per un motivo o per un altro, hanno cambiato (o non hanno saputo trattenere) i rispettivi allenatori, allenatori che peraltro non avevano neppure fatto male, anzi, in qualche caso avevano fatto addirittura benissimo. Un modo di vivere il calcio sintomatico dei tempi che stiamo percorrendo, della caducità di situazioni e progetti moderni, della frenesia che spinge al continuo camb
SerenaB | 29 mag 2012 10:29