Accedi14/25°

FC Ticino? Non per me!

di Luca Sciarini

Ho letto con estremo interesse lo "spicchio" del collega e amico di lunga data Mauro Antonini, così come ho ascoltato le opinioni di illustri colleghi in questi giorni in merito al FC Ticino.
So che forse mi distanzierò dal resto del coro, ma ma il progetto FC Ticino non riesce proprio ad entusiasmarmi.
Prima di tutto per la superficialità delle argomentazioni: non ho letto, finora, di un progetto credibile e concreto.
In questo momento così delicato per il nostro calcio, mi sembra piuttosto demagogico promettere che il tanto decantato FC Ticino possa essere la panacea per tutti i nostri mali.
Non sono contrario alle unioni, ci mancherebbe altro, ma soltanto quando sono ragionevoli e capaci di portare a qualcosa.
Nel caso del nostro calcio, non penso ci sia il substrato sociale, culturale, economico e strutturale per poter avviare un processo del genere.
Mi sembra anche poco sensato far riferimento al Team Ticino, una realtà di formazione che come tutte subisce alti e bassi. Basterebbe d'altronde guardare le recenti classifiche per capire di cosa sto parlando.
Ho sempre stimato e continuerò a stimare il lavoro del Team Ticino, ma confondere la formazione con il calcio degli attivi può essere pericoloso, com'è pericoloso confondere una vittoria al torneo pasquale con vera gloria.
Così come mi piacerebbe sapere quanti giocatori nostrani sono in grado oggi di militare in una squadra di vertice di Super League.
Detto questo, e ricordando che non abbiamo uno stadio (e forse faremmo bene prima a costruire questi impianti visto che siamo gli unici a non averli) e non ho ancora capito chi metterà quei 10-12  milioni (minimo) per restare in Super League (finora  nel nostro cantone li cacciano solo Giulini e Preziosi) e lottare per le coppe europee (come millanta qualcuno...), aspetto fiducioso di venire illuminato.
Allora sarà pronto a ricredermi.
luke | 2 giu 2011 11:46