Accedi1/2°

La meglio gioventù... che lascia Ambrì

di Joe Pieracci

Alessandro Chiesa, Grégory Sciaroni, Samuel Guerra, Dario Simion e ora anche Gregory Hofmann. Ormai è una costante. Inti Pestoni a parte i giocatori di maggior talento prodotti dal settore giovanile biancoblu lasciano Ambrì.

Succedeva con Peter Jaks. E c'è chi diceva che la colpa era tutta del caratteraccio dell'ex DS nelle trattative.

Ma ora succede anche con JJ Aschlimann. E cosa si sente dire? Che è colpa delle clausule assurde che si sono inventati gli attuali dirigenti biancoblu (Hofmann ha potuto liberarsi malgrado il contratto ancora valido grazie ad una clausola che contemplava la possibilità di rescissione del contratto in caso di spareggio contro il campione di serie B, ndr). Oppure che è colpa dei metodi di Kevin Constantine.

Ma diciamo la verità: non è così.

Per invertire questa pericolosa tendenza bisogna investire e diventare maggiormente attrattivi: pista nuova, centro di formazione per i giovani di talento, squadra credibile che ogni stagione possa giocarsi davvero fino in fondo l'accesso ai playoff.

Sennò il fantomatico "progetto giovani" dell'Ambrì non potrà mai davvero decollare. Perché i migliori saranno quasi sempre altrove. Spesso a Davos da Arno Del Curto. E non è assolutamente un caso.
joe | 18 apr 2012 21:02

Articoli suggeriti
Tre anni di contratto per l'ormai ex attaccante dell'Ambrì: decisiva la presenza di Del Curto