Accedi13/24°

Primo, non prenderle

di Paolo Laurenti

Francesco Russo è imbattuto da 280 minuti. Swen König ha subito solo 2 reti nelle ultime 7 gare. Andrea Capelletti nello 0-0 contro l’Aarau ha collezionato l’undicesimo shutout. Insomma, tutti all’attacco del secondo posto, ma in difesa…
Bellinzona, Lugano e Chiasso si ritrovano rispettivamente al secondo, quarto e quinto posto in classifica (racchiuse in soli due punti) grazie ai propri reparti difensivi. Lo stratosferico attacco granata sta facendo una fatica terribile, i due colpi di mercato Yakin e Magnetti sono ancora a secco di reti. Tuttavia la difesa è una diga quasi invalicabile: solo Daniel Sereinig del Winterthur e  Sandro Lombardi del Wil sono riusciti a battere König.
Il reparto offensivo del Chiasso invece è a dir poco spuntato: alla voce attaccanti nella rosa rossoblu si può leggere solo il nome di Nikola Gacesa, non propriamente un bomber…e quindi, come si è visto venerdì contro l’Aarau, al Comunale ci si concentra sulla fase difensiva, la migliore del campionato: solo 13 gol subiti.
E il Lugano? Bhe anche a Lugano si predilige l’attenzione sul reparto arretrato: 0 gol subiti nelle ultime 3 gare (contro avversari modesti però come Etoile Carouge, Kriens e Delémont) e 6 in totale nel girone di ritorno, tenendo conto della trasferta di Brühl in cui i sangallesi erano riusciti addirittura a battere per 3 volte Francesco Russo.
Insomma, in questa Challenge League, prima, meglio non prenderle. Per gol e spettacolo rivolgersi altrove.
paul | 8 apr 2012 08:23