Accedi-1/7°

Bruciare 200 Kcal in 2,5 minuti

Chi ha poco tempo ma vuole mantenere (non trovare) la linea, ora può. Bastano due minuti e mezzo di fitness intenso

In realtà non si tratta di nulla di nuovo, ma di una sorta di evoluzione dell'Hit (Hight intensity interval training). Tutto sommato, la scoperta promossa da dei ricercatori della Colorado State University e dell’Anschultz Medical Campus del Colorado, potrebbe essere un valido alleato della nostra linea. Di fatto, nella società moderna, non tutti abbiamo (o semplicemente non cerchiamo) il tempo di svolgere attività fisica. Ma d'ora in avanti, ogni scusa sarà superflua, per non dire sintomo di pigrizia. Grazie agli esperti americani, scopriamo che si può mantenere il proprio pesoforma investendo appena due minuti e mezzo del nostro tempo libero.

Chiaramente la metodologia di allenamento qui descritta non serve a trovare la propria forma in caso ci troviamo con qualche chilo di troppo, ma è di sicura utilità a tutti coloro che avendo una buona linea, la vogliono mantenere. Il tutto deve essere accompagnato da un giusto regime alimentare (il ché non significa mangiare poco o niente, semplicemente mangiare sano, come già visto in precedenti articoli della rubrica). Il tutto si traduce in un mantenersi in forma potendosi permettere qualche peccato di gola in più.

Secondo i ricercatori americani, in 2,5 minuti sarebbe possibile, attraverso un allenamento intenso, bruciare 200 kilocalorie. L'equivalente, pressappoco, di 145 grammi di pasta in bianco; 72 grammi di muffin ai mirtilli; 66 grammi di wurstel; 57 grammi di caramelle; 52 grammi delle famose ciambelle di Homer Simpson; 34 grammi di bacon cotto. E l'elenco potrebbe andare avanti ancora, ma ci limitiamo a quei cibi pesanti che di solito si tende a evitare proprio per mantenere la propria linea.

La domanda a questo punto sorge spontanea: come fare a bruciare le kilocalorie assunte da questi gustosi (e grassi) cibi in appena due minuti e mezzo di tempo? Secondo i ricercatori è possibile attraverso quello che loro chiamano Sprint interval training. In pratica si tratta di eseguire 30 secondi di esercizi intensi, alternati a qualche secondo (da 30 secondi a un minuto) di riposo. I 30 secondi di allenamento intensivo andrebbero eseguiti per 5, arrivando così ai famosi 2 minuti e mezzo.

Per la loro ricerca, gli studiosi hanno prediletto la cyclette. In termini di esercizio intenso, però, può anche andare bene, per esempio, la corsa o lo step. Insomma, l'importante è che l'esercizio venga svolto seriamente ed a livello veramente intensivo (ad esempio eseguire flessioni fino allo scadere dei 30 secondi, che si traduce in - si spera - più di 10). Ovvero, allo scadere dei trenta secondi dovreste sentirvi quasi sfiniti.

I tempi sono da rispettare. Se l'esercizio intenso può far bene, se svolto malamente può anche sortire effetti negativi. Quindi, dopo 30 secondi di esercizi, prendete sufficiente tempo per una buona pausa. In modo da riprendere con i successivi 30 secondi senza il fiatone. In effetti, 2,5 minuti sono il tempo complessivo in cui si svolge l'allenamento. Ad allungare i tempi ci sono le pause, che sono comunque essenziali ai fini di un giusto allenamento. Con pause di un minuto, non si perdono comunque più di 6,5 / 7 minuti del nostro tempo. Un compromesso accettabile per tenersi in forma. No?
maxt | 17 ott 2012 13:24