Accedi13/24°

Forma: poco tempo? Bastano 20 minuti

Cosa fare per restare in forma quando il tempo libero scarseggia? Ecco un allenamento che richiede solo 20 minuti

In estate siamo maggiormente preoccupati per la forma fisica. Tra televisione, riviste e quant'altro, il modello standard imposto dalla società è sempre quello, magro e in forma. Soprattutto quando si decide di trascorrere le vacanze su qualche bella spiaggia. Che fare, dunque, se si è fuori forma?

Certo, c'è chi pensa di risolvere il problema limitando il tutto ad un qualsivoglia regime alimentare. Ma è abbastanza? La risposta è no. Se è vero che una dieta aiuta a dimagrire, è anche vero che la stessa da sola porta ad una drastica diminuzione del tono muscolare. Perché il fisico consuma i muscoli se ci si limita ad una dieta? Il motivo risiede nel nostro metabolismo, che rallenta proprio a causa della dieta. Un corpo a digiuno può rallentare il metabolismo anche del 20%. Il tutto perché il corpo cerca di 'risparmiare' più calorie possibili, in quanto avverte una forte riduzione delle stesse. Più il metabolismo è veloce, più calorie brucerà.

A differenza della dieta, un allenamento costante porterà a bruciare più grassi. Questo perché gli stessi muscoli del corpo, messi sotto sforzo, tenderanno a velocizzare il nostro metabolismo.

Ma il problema è sempre quello. Molti, nell'attuale società, non hanno il tempo materiale per allenarsi. Chi, per esempio, ha orari troppo pressanti o chi finisce di lavorare la sera tardi. Insomma, molteplici sono i fattori che compromettono l'iscrizione ad una palestra piuttosto che ad un corso.

La soluzione? Un semplice programma di allenamento da svolgere anche a casa che non occupa più di 20 minuti.

Ecco gli esercizi da svolgere tre giorni a settimana:

Squat (da svolgere con o senza bilancere) - da 10 a 30 ripetizioni
state in posizione eretta, tenendo le braccia in avanti (vi consentirà un maggiore equilibrio, nel video le braccia sono tenute dietro la nuca). Inspirate e piegate le gambe come se vi doveste sedere su di una sedia.
Espirando, tornate nella posizione di prima.




Push Ups (flessioni) - da 10 a 30 ripetizioni
mettetevi in posizione prona con i palmi delle mani appoggiati a terra alla medesima altezza delle spalle. La schiena deve essere rigorosamente piatta, per evitare disturbi. La testa deve essere in linea con la colonna vertebrale.
Inspirate e piegate le braccia portandole a 90° con gli avambracci. Mantenete la posizione qualche secondo. Tornate su.




Crunch - da 20 a 40 ripetizioni
sdraiatevi e innalzate le gambe piegate o alzate verso l'alto. Tenete lo sguardo fisso su di un punto sul soffitto, in modo da non piegare mai il collo (molto importante per non avere problemi di cervicale). Alcuni vi diranno di tenere le mani dietro la nuca. Nulla di più sbagliato. Ciò vi porterà a sfruttarle durante i piegamenti, con conseguente movimento del collo. Meglio tenere le braccia conserte con le mani appoggiate ai pettorali (vedi video). In alternativa, poggiate le dita alle tempie.
A questo punto inspirate e contraete gli addominali. Mantenete la posizione qualche secondo. Espirate e tornate con la schiena verso il basso, ma senza rilassare i muscoli dell'addome.



Plank (esercizio statico) - da 20 a 60 secondi
Per tonificare gli addominali è perfetto anche questo esercizio. Tuttavia si tratta di una posizione statica. Sarebbe dunque bene eseguire tale esercizio assieme ai cr
maxt | 9 ago 2012 15:06