Accedi13/24°

Bevi per sete? E' già tardi

Stando a due ricerche basta una lieve disidratazione perché l'umore, la concentrazione e l'energia ne risentano

Due ricerche testimoniano una volta di più l'importanza di bere liquidi in giusta quantità e senza aspettare di avere sete. Il tutto per evitare effetti negativi a livello di umore, di energia e di capacità cerebrali. Basta infatti una perdita minima, circa l'1,5% dell'acqua corporea, per subire effetti indesiderati.

Vediamo dunque i due studi, cominciando dal primo, che vede protagonista il mondo femminile. Preso in considerazione un campione di 25 donne aventi circa 20 anni ed in perfetto stato di salute. A tutte le donne veniva chiesto di bere la sera in modo da idratarsi per bene. Al mattino successivo veniva chiesto loro di correre sul tapis-roulant al fine di raggiungere una lieve disidratazione. Una volta terminata la corsa, venivano sottoposte a vari test cognitivi. Test che venivano ripetuti in condizioni di idratazione normali. Tutto questo veniva fatto ogni 28 giorni.

I risultati hanno evidenziato come una leggera disidratazione provocasse nelle donne un lieve mal di testa. Oltre ad affaticamento e scarsa concentrazione. Sostanzialmente le capacità cognitive risultavano relativamente buone, ma come hanno detto le stesse partecipanti i test eseguiti in condizioni di normale idratazione sono risultati più semplici da svolgere.

Il secondo studio è invece stato eseguito su un campione tutto al maschile. Eseguito su 26 uomini, ha seguito la medesima procedura del primo. Si è così notato che gli uomini, se disidratati, risentono in termini di memoria, stato di vigilanza, affaticamento ed umore. Stando ai ricercatori a patire maggiormente i vari sintomi sono comunque le donne, soprattutto in termini di umore.

In sostanza è bene essere sempre ben idratati. Al fine di constatare una giusta idratazione, spiega il fisiologo Lawrence Armstrong, basta vedere il colore delle urine; più queste sono chiare, maggiore è l'idratazione corporea. E' dunque bene, se non imperativo, prestare attenzione in caso il colore sia giallo scuro, se non addirittura bronzeo.

Sempre il Prof. Armstrong spiega che la media ottimale è l'assunzione di due litri d'acqua al giorno. Questo soprattutto nei soggetti più a rischio, come anziani, bambini e diabetici.

Infine un consiglio. Idratarsi molto dopo aver bevuto molto alcool. L'alcool, infatti, provoca disidratazione corporea.
maxt | 28 mar 2012 12:01