Accedi
Commenti

La festa appena cominciata non è già finita

Sì è concluso il girone A, quello della Svizzera: primi bilanci di un Europeo che può solo migliorare...

"La festa appena cominciata è già finita..." cantava Sergio Endrigo nella sua "Canzone per te", ma il mio augurio e la mia sensazione in merito all'Europeo e al suo livello di adrenalina non ancora ottimale (per usare un eufemismo) sono diversi. Si è concluso il primo girone - ossia quello che ospitava il paese organizzatore e soprattutto la Svizzera - quindi si possono cominciare a stilare alcuni bilanci, perché ormai di europartite ne abbiamo già viste un po'.

Prima annotazione: considerato il regolamento generoso (avanti pure le 4 migliori terze classificate) si poteva sperare in qualche supplemento di spettacolo e invece in diverse gare l'ago della bilancia europea pendeva addirittura sul tatticismo. In questo senso, insomma, le aspettative erano altre, anche se tra le pieghe della noia si sono comunque visti bagliori interessanti.

Per alcuni versi è un po' l'Europeo di Payet, il Bleu che mette la biglia a tempo scaduto, manco fosse uno spot dei pacchetti last minute di un'agenzia viaggi. Anche quando non castiga - come accaduto fortunatamente contro la Svizzera - funge comunque da sale e pepe dell'incontro. A Lilla, infatti, è stato lui a scuotere una Francia e una partita che non sono mai comunque decollate davvero. Che sia lui lo... Schillaci di questo Euro 2016?

Tra venerdì sera e sabato, poi, abbiamo addirittura potuto gustarci due 3-0: visto l'andazzo, ho accolto con piacere questi risultati non proprio risicati. Come non nascondo che mi abbia rallegrato la doppietta di Morata: anche se ha ormai in mano un biglietto per Madrid, è ancora un giocatore della mia Juventus e il puntero dello Sporting Carlosky che vuole almeno onorare il suo cammino al Fantaeuro!

Per quanto riguarda altri appunti sparsi su questa fase a gironi che è agli sgoccioli, curioso e simpatico che il primo storico gol albanese - che fa rima anche con successo da consegnare agli annali - lo abbia confezionato quell'Armando Sadiku scoperto e valorizzato dal Ticino del pallone: dal Lido di Locarno a Cornaredo e poi via a Zurigo e Vaduz e ora nella storia del'Europeo con una nazionale che può ancora legittimamente ambire alla qualificazione per gli ottavi di finale.

Se sul rettangolo verde non sempre ci siamo divertiti, il contorno dell'europiatto è invece stato ricco. Esclusi i vergognosi incidenti e la riscoperta degli hooligans - dei quali non sentivamo la mancanza - ci siamo potuti stropicciare le pupille con le wags, con le tifose soprattutto nordiche e divertirci con gli oracoli animali come il criceto JJ di Radio3i - che al pari del collega transalpino "pollo Balthazar" ha azzeccato il risultato di Francia-Svizzera - senza tralasciare la carpa di Insinna. Insomma, "Piccoli polpi Paul crescono", per citarè il tentacolare veggente che fu protagonista del penultimo Mondiale, quello di Sudafrica 2010. Ma fanno notizia pure i selfie multati, come quello che si sono scattati Cristiano Ronaldo e il pacifico invasore lusitano dopo il 90' di Austria-Portogallo di sabato.

Oggi chiudo il mio Eurodiario con una rivelazione a metà tra il "chissenefrega" e la scaramanzia. L'unica volta che la Svizzera ha incassato gol a Euro 2016, mi trovavo - munito di tablet - a guardare la partita in terrazza. Una volta rientrato per via di uno dei tanti acquazzoni di questo periodo, Mehmedi ha pareggiato. Tranquilli, ho imparato la lezione e il mio balcone è squalificato!

CaSco | 20 giu 2016 03:00

Articoli suggeriti
C'era una volta Antonio Conte, il visionario del 4-2-4 che all'Europeo vinse col catenaccio moderno
Neanche chi buca la rete fa festa... In Italia, invece, interessa di più il mercato che gli azzurri
Comincia oggi anche il mio personalissimo Europeo, un viaggio da raccontare in un diario da condividere con voi...
Se in campo lo spettacolo latita, ci pensano i commissari tecnici a... ravvivare Euro 2016
Seconda puntata del diario europeo: dai pistoleri maldestri al mitico Andone, passando per Payet
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'