Accedi4/10°
Sfoglia la gallery

Gael Garcia Bernal al Festival di Locarno

Il bellissimo attore messicano ritirerà l'Excellence Award Moët & Chandon mercoledì 8 agosto

Gael Garcia Bernal sarà ospite al Fesitval per ritirare il premio Excellence Award Moët & Chandon e ad accompagnare la delegazione dell'applauditissimo film, vincitore della sezione Quinzaine des Réalisateurs di Cannes,  "No" che verrà proiettato l'8 agosto in Piazza Grande.

La pellicola firmata dal regista Pablo Larraín – lo stesso di “Tony Manero” e “Post Mortem” vede Bernal impegnato nel ruolo del leader della campagna del No in Cile negli anni Ottanta, quella che grazie a una tenace mobilitazione mise all’angolo la dittatura di Pinochet.

Figlio di attori, Gael nasce nel 1978 a Guadalajara, in Messico. La sua carriera comincia a unici anni quando partecipa alle riprese della serie TV "Teresa".

Nel 1992 è già una star grazie ad un ruolo in un'altra serie TV, "El Abuelo y yo".
Continua a lavorare per il mercato latino fino all'anno 2000 dove il suo ruolo in "Amores Perros" di Alejandro Gonzalez Innaritu, lo fa diventare popolare in tutto il mondo. 

Nel 2001 è protagonista, insieme a Diego Luna (suo intimo amico), del film di Alfonso Cuaròn "Y tu mama tambien", nel quale Gael è Julio Zapata, un ragazzo che in un viaggio occasionale capirà meglio il mondo, il dolore e la sua sessualità di adolescente. Con questo ruolo vince il premio Mastroianni a Venezia 2001.

Nel 2002 ritorna sul grande schermo con "Il crimine di Padre Amaro", storia di un giovane prete innamorato. In "Nessuna notizia da Dio" è un boxer a cui vengono inviati due angeli dal cielo (Penelope Cruz e Victoria Abril) che si contenderanno la sua anima in bilico tra bene e male.

Pedro Almodovar lo vuole per il film presentato fuori concorso al Festival di Cannes "La mala educacion" in un triplice ruolo: quello dell'ambiguo Ignacio, quello di Juan in arte Angèl e quello di Zahara, un trans bella e sensuale. Questo ruolo lo consacra definifivamente nell'olimpo delle star.

Walter Salles invece lo chiama per girare "I diari della motocicletta" in cui interpreta Ernesto Che Guevara. Questo film è stato presentato in concorso al 57° Festival di Cannes, ed ha ottenuto due Nomination agli Oscar 2005.

Per Michel Gondry diventa Stéphane, visionario e romantico protagonista de "L'arte del sogno" (2006)

Ha fatto parte del cast di "The King" di James Marsh; "Babel" di Alejandro Iñárritu (2006);  "Blindness - Cecità" tratto dal romanzo di Saramago (2008),  con la regia di Fernando Meirelles . E ancora "The limits of control"(2009)  di Jim Jarmusch; "Letters to Juliet" (2010) di Gary Winick ; "Il mio angolo di paradiso" (A Little Bit of Heaven) di Nicole Kassell (2011) e "Casa de Mi Padre" di Matt Piedmont (2012).


Tre bei  film verranno proiettati al Festival interpretati da Gael Garcia Bernal:
"L'arte del sogno" di Michel Gondry


"La mala educacìon" di Pedro Almodovar


"No" di Pablo Larraín
locarnofestival | 20 lug 2012 16:06

Articoli suggeriti
Gael Garcia Bernal sarà questa sera in Piazza Grande. Guarda il video e le foto del suo arrivo
Gael Garcia Bernal sarà questa sera in Piazza Grande. Guarda il video e le foto del suo arrivo