Accedi
Commenti 1

Giovanni Poloni - Videosorveglianza: per una sicurezza di prossimità 24h su 24

La commissione della gestione ha terminato l’analisi del messaggio di credito di CHF 1'330'000.00 a favore dell’ammodernamento ed estensione della videosorveglianza per la Città di Mendrisio. Un messaggio che non ha trovato – a sorpresa – la completa adesione della Commissione. Le perplessità vertono sui costi della tecnologia (le telecamere ad alta definizione saranno dotate di lettore targhe) e sulla privacy dei cittadini. I rappresentanti del PLR hanno dato piena adesione alla proposta del Municipio, dopo gli approfondimenti del caso, fermamente convinti che una videosorveglianza all’avanguardia e ben gestita esclusivamente dalla nostra polizia comunale incrementi la sicurezza e la qualità di vita dei nostri cittadini.

La sicurezza è infatti un tema molto sentito dalla popolazione del Mendrisiotto: sebbene la criminalità sia stata contenuta con successo dopo anni difficili (grazie al buon lavoro sul territorio delle forze dell’ordine, si vedano i recenti arresti a Chiasso), non bisogna scordarsi della microcriminalità e degli abusi che avvengono quotidianamente sul nostro territorio. Pensiamo ad esempio ai graffiti sui muri di tante proprietà (anche storiche), vandalismi in occasioni di feste e sagre, al littering o al deposito di rifiuti abusivi. Quanti costi generano ai cittadini (e i premi assicurativi crescono) e all’ente pubblico?
Il tema della privacy è una priorità per noi commissari (precisi regolamenti sulla gestione della privacy e dei dati sono fondamentali), ma non dobbiamo scordarci che grazie alla videosorveglianza è possibile identificare celermente veicoli o crimini celermente, senza dispendio di forze ulteriori sul territorio. Grazie all’ottimo lavoro preparatorio dei nostri servizi informatici, avremo un sistema all’avanguardia ed aggiornato per le prossime sfide del futuro (i lettori targhe ad esempio permettono di identificare, in caso di indagini e a ben determinate condizioni, una vettura rubata o che scorrazza liberamente per compiere reati, come accaduto per il fermo avvenuto dopo un furto di un auto targata ticino in un noto aeroporto italiano).

Una telecamera, un investimento duraturo a tutti gli effetti, può salvare una vita: pensiamo ai recenti casi di abuso e violenza su ragazze e donne, o ancor peggio, ai rapimenti di minori. I commissari PLR, hanno inoltre richiesto l’acquisto (tramite i possibili risparmi grazie al concorso pubblico che metterà in concorrenza i fornitori) di una telecamera mobile che possa essere spostata nei quartieri di confine o in altri punti sensibili della città di Mendrisio. I commissari PLR hanno sempre sostenuto e sosterranno anche in futuro crediti a favore della sicurezza, per garantire e salvaguardare la nostra qualità di vita 24 ore su 24, dotando delle appropriate tecnologie la polizia comunale, la quale svolge un servizio capillare e di prossimità in tutti i quartieri di Mendrisio.

Giovanni Poloni
Capogruppo e Consigliere Comunale PLR Mendrisio

Redazione | 9 mar 2018 10:10

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'