Accedi
Commenti 16

Conni La - Sondaggio sugli asilanti di Losone, una fuffa

In riferimento all’articolo apparso sulla LaRegione del 09.02.2018 sulle opinioni espresse dalla lista della sinistra di Losone. Posso constatare il loro voler sentenziare su tutti e tutto, fregandosene della democrazia e del rispetto per i cittadini elettori, permettondosi inoltre di criticare la volontà municipale e di altri gruppi politici sul voler interpellare il popolo in merito alla eventuale riapertura del centro richiedenti l'asilo presso l'ex Caserma di Losone. Lezioni di democrazia c'insegnano, che il popolo è sovrano e votare è un diritto della Costituzione. Perché abdicare sfavorendo e ignorando i contribuenti? Questa è l'occasione per esprimerci, permettendo la massima riservatezza, ognuno può votare, senza doversi esporre!!!

Inoltre come può affermare la sinistra che i risultati del sondaggio parlano di minori preoccupazioni della cittadinanza sugli asilanti rispetto al traffico? La realtà è che in sei pagine di sondaggio nessuna domanda è stata fatta sui richiedenti l'asilo. Anch'io nel sondaggio non ho toccato il tema asilanti, semplicemente perché non mi è stato chiesto!

Questa l'ennesima dimostrazione ipocrita, raccontata ai media. Con tutte le menzogne subite, la popolazione si rifarà sulla votazione del 10 giugno. La notizia di una presunta riapertura del centro ha suscitato non poche contestazioni da parte della popolazione, che ha già dato e pazientato per 3 lunghi anni, i soventi disturbi alla quiete pubblica non verranno dimenticati, asilanti ubriachi nelle vicinanze delle scuole/strada scuola-casa ha dimostrato che non siamo in grado di gestirli.  Dal loro arrivo sino alla partenza, si son visti ubriachi ovunque. E cosa dire del fastidioso Littering che ha sommerso tutta la regione, marciapiedi, strade, giardini, prati, boschi, ovunque passavano lasciavano tracce, anche fisiologiche!!!

Se per 3 anni, non è capitato niente di veramente tragico, non significa che saremo ancora baciati dalla fortuna una seconda volta....

Uno dei presunti assassini di Pamela morta 18enne, uccisa brutalmente da 3 nigeriani era intento ad evadere in Svizzera. Queste notizie ti gelano il sangue. Vogliamo la libera circolazione per tutti i malviventi che cercano rifugio nella (sicura) Svizzera?? Militanti dell'IS intrufolati come semplici richiedenti l'asilo, è nientemeno ciò che spetta ad una Europa impreparata. L'immigrazione è un business globale senza scrupoli, che porta miliardi a chi li gestisce, inoltre non è perseguibile giuridicamente come prostituzione e droga. Dietro a compassionevoli e caritatevole fandonie del buonismo, si celano lupi in vesti d'agnello, pronti a depredare il prossimo.

Sollecitando il fatto che nell'ex Caserma San Giorgio i migranti provenienti dalla Siria erano molto inferiori alle aspettative, idem per le famiglie, poche anch'esse, il picco lo raggiunse per i migranti economici provenienti dall'Africa. Intervistandoli, orgogliosamente raccontavano la loro "missione": guadagnare per spedire soldi ai familiari. A tal proposito è bastato poco, scattare qualche foto e trarre in inganno su facebook i soliti "haters pro immigrati" i quali hanno duramente criticato le nostre prese di posizioni, far la spia ha giovato gran vantaggi e informazioni utili. E cosa dire sull'odio e il razzismo che si celava tra i richiedenti? Bastava uno sfioramento per scatenare una furiosa e violente lite.

Questi signori della sinistra pretendono quali dono di proporre e decidere tutto loro senza interessarsi del pensiero e del sentimento dei cittadini, forse questi signori dovrebbero, prima di atteggiarsi arrogantemente a intellettuali politicamente arrivati, guardare tra le loro fila di gruppo ove di rogne da nascondere ne hanno diverse, mi riferisco al loro esponente che si trova in carcere per atti duri di pedofilia. Chissà come mai nessuno ne ha parlato.

Conni La, Losone

Redazione | 13 feb 2018 10:30

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'