Accedi
Commenti

Christian Vitta - Ticino Ticket, avanti così!

Il treno Ticino Ticket non si fermerà alla fine del 2017 ma continuerà a tutta velocità il suo viaggio verso il 2020. E’ infatti recente la notizia che questa importante iniziativa, che sta contribuendo concretamente a ridare slancio all’intero settore turistico cantonale, sarà garantita almeno fino all’anno in cui verrà aperta la galleria di base del Monte Ceneri.

Usando una figura retorica, si può in un certo senso affermare che il percorso di questo progetto corre lungo i binari di AlpTransit: parte dall’inaugurazione del tunnel di base del San Gottardo, la cui storica apertura è stata sfruttata nel migliore dei modi, fino ad arrivare, chilometro dopo chilometro, a quella del Ceneri, che dal 2020 cambierà ulteriormente la mobilità nel nostro Cantone, avvicinando tra loro le città ticinesi.

Che questa iniziativa, innovativa nel suo genere, avrebbe avuto un’eco positiva, in Ticino così come oltre Gottardo, lo immaginavo. Anche per questa ragione vi ho creduto molto, lavorando all’unisono con il Dipartimento del territorio e con l’Agenzia turistica ticinese affinché potesse realizzarsi nel più breve tempo possibile. Il risultato si è addirittura rivelato superiore alle aspettative e, ad oggi, i numeri relativi a Ticino Ticket parlano da soli: dalla sua introduzione sono già stati stampati oltre 500’000 biglietti, mentre le entrate a tariffa ridotta nelle attrazioni convenzionate hanno superato quota 160’000.

Il successo dell’iniziativa, però, va oltre. Se da un lato ha contribuito alla recente crescita dei pernottamenti in Ticino – e qui ricordo qualche percentuale relativa ai mesi estivi (giugno +13.6%, luglio +6.2%, agosto +2.2%) ma soprattutto ai primi otto mesi dell’anno (+6.4%, superiore a quella del 4.5% registrata nello stesso periodo di tempo nel resto della Svizzera) – dall’altro ha saputo creare un nuovo entusiasmo all’interno del settore turistico ticinese.

Grazie ad un’ottima collaborazione tra gli attori è stato possibile rendere il progetto duraturo nel tempo. Il settore, infatti, unendo le forze si è impegnato per garantire un futuro a Ticino Ticket, a beneficio sì dei nostri turisti ma anche della nostra economia. Dal Cantone all’Agenzia turistica ticinese, dalle quattro organizzazioni turistiche regionali alle tre associazioni di categoria (hotelleriesuisse Ticino, GastroTicino e l’associazione campeggi ticinesi), fino ad arrivare alle aziende di trasporti e ai partner, tutti si sono impegnati per raggiungere l’obiettivo comune di garantire il proseguimento dell’iniziativa, che a tutti gli effetti è un prodotto ticinese unico nel suo genere, invidiatoci anche da altri Cantoni oltre Gottardo, che stanno prendendolo da esempio.

Per concludere vorrei sottolineare come sia importante mantenere anche in futuro questa collaborazione all’interno del settore. Nel nostro Cantone possiamo sicuramente vantarci della bellezza del territorio, del clima favorevole, della sicurezza e di una spiccata cultura eno-gastronomica. Elementi che da soli, però, non bastano: in un’epoca in cui, a livello globale, la scelta tra le destinazioni è estremamente variegata, bisogna impegnarsi per unire le forze e sfruttare le sinergie esistenti. Sono dell’idea che questo sia il momento per accelerare e per continuare ad investire in idee e progetti per rinnovare il settore turistico cantonale. È questa l’attitudine vincente, che ha permesso a Ticino Ticket di diventare un prodotto invidiabile, e che ci permetterà di continuare il viaggio verso nuovi orizzonti.

Christian Vitta

consigliere di Stato PLR

Redazione | 27 ott 2017 09:22

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'