Accedi
Commenti 2

Alice Croce-Mattei - Quale destino per il comparto delle Officine?

Stando alle ultime notizie, le Officine di Bellinzona si sposteranno, o meglio, stanno pensando di farlo. Quello che per anni è stato un timore ma che sempre si è cercato di evitare, oggi sta diventato realtà. Le FFS stanno certamente già elaborando anche un progetto per l’utilizzo di quello che oggi è il comparto dal più alto potenziale della nuova Città di Bellinzona.

Dalle prime informazioni sembra si voglia andare nella direzione di realizzare l’ennesimo investimento immobiliare in strutture abitative creando un quartiere residenziale misto come peraltro sembrerebbe richiedere il piano particolareggiato. La posizione è sicuramente molto interessante: a due passi dalla stazione, in centro, in una zona che è attorniata da zone residenziali.

Ma è questo che serve a Bellinzona? Io penso di no. A mio avviso bisogna considerare qualcosa di diverso, che immagini il futuro di quel comparto in funzione di ciò che ancora manca alla Turrita: una zona in cui insediare contenuti ad alto valore aggiunto che producano indotto economico, posti di lavoro e in generale ulteriore linfa vitale a una regione che deve diventare più produttiva e attrattiva investendo sulla ricerca di punta, l’innovazione e la formazione.

Proprietarie del comparto sono le Ferrovie, ma una Città appena nata e dalle grandi ambizioni come la nuova Bellinzona non può accontentarsi di stare a guardare, deve poter dire la sua. Ciò richiede delle visioni che ad oggi la politica non ha ancora espresso (nemmeno lo studio aggregativo ha pensato ad uno sviluppo diverso di questo comparto). Una bella sfida che metterà alla prova le qualità della nuova Bellinzona come interlocutore valido, competente e autorevole e che misurerà la sua capacità di condizionare la politica economica dell’intera regione.

Alice Croce-Mattei
Consigliera Comunale Bellinzona

Redazione | 27 set 2017 18:30

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'