Accedi
Commenti

Stefano Klett - Lettera aperta a Claudio Zali

Lettera aperta al direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali (inviata per conoscenza anche ai media) - Collegamento del Gambarogno (S30): State costringendo i pendolari all'utilizzo dell'auto!

Cortese Onorevole Claudio Zali,

Finalmente dopo una lunga gestazione sono stati pubblicati gli orari del bus sostitutivo: http://www.tilo.ch/Collegamenti/Collegamenti-S30.html .

ll mattino l'orario è perfetto: partenza 6:50 (anticipato di 20 minuti rispetto alla S30 attuale) arrivo a Cadenazzo in tempo per le normali coincidenze. Ma la sera l'orario è improponibile: partenza da Cadenazzo ore 16:55 oppure 18:55, forse il primo orario può essere adatto ad un funzionario cantonale, ma la gente normalmente alle 16.55 sta ancora lavorando. ll secondo orario invece offre la possibilità di arrivare a casa dopo le 20!

Notevole vedere che le suggestioni e perplessità espresse non vengano prese minimamente in considerazione!

Credo che se viene creato un disservizio per dei lavori, gli orari dei bus sostitutivi debbano tener conto delle reali necessità in modo da fornire una continuità del servizio attuale. Sono convinto che in una situazione simile in Svizzera tedesca un orario del genere non verrebbe neanche proposto delle autorità.

Awisiamo quindi il Comune del Gambarogno che a partire da giugno ci sarà inevitabilmente un aumento del traffico motorizzato. Spero vivamente che sitratti di una svista e che, anche per rispetto degli utenti che hanno già acquistato l'abbonamento arcobaleno annuo, presto provvediate ad introdurre un bus (almeno fino a Luino) che permetta il rientro come da orario S30 attuale (intorno alle 18).

Resto volentieri a disposizione per un dialogo costruttivo.

Cordiali saluti, Stefano Klett (socio ASTUTI)

Redazione | 19 mag 2017 09:46

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'