Accedi
Commenti

Sinue Bernasconi - Cannabis: un progetto pilota per la salute pubblica

È stata inoltrata oggi la mozione sottoscritta da 13 Granconsiglieri di tutti gli schieramenti politici (primo firmatario Lepori, PS) che chiede al governo d’“istituire un gruppo di lavoro che coinvolga esperti rappresentanti tutti i pilastri [prevenzione, riduzione del danno, terapia e repressione, N.d.R.], così come esponenti politici, con l’obiettivo di formulare un progetto pilota di regolamentazione della cannabis”. La mozione s’iscrive nel solco dell’interrogazione, che per legge avrebbe dovuto ricevere risposta entro la fine dell’anno scorso, presentata da Käppeli e 33 (!) colleghi.

Il CIRCA torna dunque alla carica, per rimembrare al Consiglio di Stato di fare i compitini. E lo fa con un atto parlamentare richiedente l’avvio di un progetto pilota di regolamentazione del mercato della canapa in Ticino, sulla falsariga di quanto presumibilmente si farà – ad esempio – a Berna, Basilea e Ginevra. Lo scopo di tali progetti? Fornire dati scientifici, estrapolati dal contesto svizzero, che possano permettere al Legislatore pertinente (i.e. le Camere federali) di revisionare una legge – la neolitica LStup – incentrandola sulla tutela della salute pubblica (soprattutto dei giovani) e la lotta al crimine organizzato. Negli USA sono stati i singoli Stati a promuovere il cambiamento sul fronte canapa: avverrà lo stesso nella placida Svizzera? Saranno i Cantoni a mostrare la via da seguire prendendo l’iniziativa? Parrebbe di sì. Anche se pure sul piano federale non si sta certo a dormire. Nonostante il Comitato nazionale “Legalize it!” voglia riproporre in votazione popolare un testo fotocopia rispetto al 2008 – in cui ben il 63% dei votanti si oppose alla legalizzazione – il CIRCA ha elaborato e recentemente sottoposto al detto Comitato una sua proposta d’iniziativa popolare federale, le cui chances di approvazione sono molto più realistiche. In breve, al posto che chiedere al Popolo di accettare la legalizzazione tout court, la nostra iniziativa chiede di dar mandato alla neonata Commissione federale per le questioni relative alle dipendenze (CFQD) di elaborare un progetto pilota di regolamentazione del mercato della canapa, tenente conto delle specificità e criticità regionali, della durata massima di 5 anni.

Lo scopo di tale progetto è analogo alle sperimentazioni che si stanno moltiplicando a livello cantonale e permetterebbe di studiare l’impatto della regolamentazione del mercato della canapa (sui consumi, sul mercato nero, etc.) in modo coordinato, creando delle sinergie intercantonali e – ultimo ma non meno importante – usando degli indicatori standard e ottimizzando le risorse. Se il Comitato nazionale dovesse vedere di buon occhio la variante proposta dal CIRCA (una sorta di “regolamentazione light”) la stessa sarà presto presentata a media e cittadini. Il lancio dell’iniziativa è previsto per luglio 2017. Stay tuned!

A nome del CIRCA, il presidente Sinue Bernasconi

Redazione | 20 apr 2017 11:53

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'