Accedi
Commenti 4

Paolo Caroni - FOSTRA: ultima occasione per realizzare il collegamento A2/A13

Le vie di comunicazione sono sempre state determinanti per lo sviluppo di una società. Già gli antichi romani erano coscienti di avere vie di comunicazione efficienti, soprattutto per
lo sviluppo economico.

Per la rete nazionale delle strade, l'approvazione del fondo FOSTRA è determinante. Si tratta di una soluzione (come è stato per la ferrovia) che garantisce a lungo termine le necessarie risorse per l'esercizio e la manutenzione delle strade nazionali, per sviluppare i programmi di agglomerato e per l'acquisizione di ca. 400 Km di strade cantonali.

Per la nostra Regione due aspetti sono particolarmente importanti.
Il primo aspetto riguarda i programmi di agglomerato. Essi prevedono tutta una serie di misure anche in favore della mobilità lenta e del traffico pubblico. Per il Locarnese ad esempio il programma di agglomerato (PALoc) prevede tra le misure: la riorganizzazione del nodo intermodale della stazione FFS di Locarno-Muralto, tutta una serie di potenziamenti delle linee urbane su gomma, completamenti e messa in sicurezza di collegamenti ciclo-pedonali nella Regione. La Confederazione in futuro cofinanzierà tali misure grazie al fondo FOSTRA, senza il quale queste opere verranno messe seriamente in discussione. Un secondo aspetto riguarda una misura infrastrutturale determinante per lo sviluppo futuro del Locarnese. Si tratta del collegamento autostradale A2/A13. Ricordo che la Commissione Intercomunale dei Trasporti del Locarnese e Valli (CIT) unitamente all'Ente Regionale di Sviluppo e con il sostegno della Commissione dei Trasporti del Bellinzonese nel 2015 era riuscita a raccogliere il sostegno di tutti i Comuni della Regione proponendo al Cantone di anticipare i costi di progettazione del collegamento autostradale. Il dir. del Dipartimento del Territorio, on. Zali, si è dimostrato favorevole alla proposta ed è riuscito ad ottenere, da un lato la risposta dalla Confederazione in merito alla scelta del tracciato, dall'altro il credito di 9.6 mio Fr. da parte del Gran Consiglio per anticipare la progettazione. L'incognita che rimaneva era la possibilità per la Confederazione di trovare i finanziamenti per realizzare l'opera. L'approvazione del fondo FOSTRA (che prevede pure l'acquisizione nei 400 Km di strade cantonali, tra cui la tratta Bellinzona – Locarno) è essenziale affinché la Confederazione abbia i mezzi finanziari necessari alla realizzazione di tale opera. Se il 12 febbraio non dovesse passare in votazione la creazione del fondo FOSTRA con moltissima probabilità il collegamento A2/A13 non verrà mai realizzato. Ritengo che si tratta forse dell'ultima possibilità concreta di poter vedere realizzata tale importantissima opera per tutta la Regione.

Dopo anni di discussioni a livello Cantonale, dopo l'esito negativo del voto sull'aumento del costo della vignetta autostradale che ha messo in grandi difficoltà un eventuale finanziamento del collegamento, ora l'ultimo tassello è stato messo. A livello regionale, cantonale e federale molti rappresentanti politici ticinesi si sono adoperati per raggiungere tale risultato e hanno fatto tutti i passi necessari per poter finalmente realizzare questa importantissima via di comunicazione che da decenni si desidera. Non possiamo e non dobbiamo perdere questa opportunità e per questo invito tutto il Locarnese (ma anche tutto il Ticino) a votare un sì convinto il prossimo 12 febbraio. La meta ora si è fatta più vicina, rendiamola ora concreta insieme!

Avv. Paolo Caroni,
Presidente CIT,
Vicesindaco Città di Locarno

Redazione | 25 gen 2017 15:43

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'