Accedi13/22°
Sfoglia la gallery

Test TCS: BMW 320d

La BMW serie 3 di sesta generazione esibisce uno stile stuzzicante ed un’abitabilità posteriore ora degna della categoria

Non ci si stanca mai di ammirare il suo frontale nel contempo elegante e aggressivo. Dal punto di vista stilistico, questa nuova generazione pone davvero la serie 3 nella linea dinamica in cui deve trovarsi una BMW. Altro fatto saliente, questa familiare d’alta gamma, notevolmente più lunga (+9 cm), vanta una prestanza notevole, vicina alle serie 5 del passato. Una particolarità che torna così anche a beneficio dei posti dietro, eterno tallone d’Achille di questo modello. Promossa a vera ammiraglia stradale, la serie 3 concede qualcosa in fatto di agilità, ma il suo dinamismo rimane invariato, grazie anche al 2 l turbodiesel che unisce riprese toniche e consumi contenuti. Nessun miracolo in fatto di equipaggiamenti: infatti la gran parte delle chicche tecnologiche restano appannaggio degli optional e la dotazione di base è tutto fuorché ricca.

Abitacolo
Questa BMW 3 allungata si distingue per la spaziosità adeguata dei sedili posteriori, accessibili ma concepiti di preferenza per 2 sole persone. Moderno e accogliente, l’ambiente a bordo meriterebbe materiali più valorizzanti. Bagagliaio di buona capacità e schienali facilmente ribaltabili grazie a due leve.

Comfort
Un tantino rigide ad andatura moderata, le sospensioni assicurano altrimenti un assorbimento molto progressivo. A bassi regimi il diesel è ruvido, mentre ad alta velocità in autostrada il vento si fa sentire: per il resto il comfort è eccellente. Comodi, i sedili in pelle (opzionali) mancano di sostegno laterale.

Dotazione
La modesta dotazione di serie è salvata dal pacchetto Swiss Premium gratuito che comprende fari allo xeno, sensori di retromarcia, sensore pioggia, regolatore della velocità. Per il resto, bisogna far capo agli optional.

Prestazioni
Ad eccezione della ruvidità a bassi regimi, il diesel 2 l seduce per le buone riprese, le accelerazioni vigorose e l’economicità, con l’atout del cambio a 8 rapporti.

Comportamento
Più stradista che sportiva, la BMW 3 ha un telaio finemente equilibrato e uno sterzo che assicura la guida precisa. L’ESP lavora di cesello e la frenata è potente.

Sicurezza
Dotazione all’altezza degli standard. Sistemi di assistenza alla guida innovativi in opzione.

 

Testo: Marc-Olivier Herren / Foto: Fabian Unternährer
maxt | 13 ago 2012 10:46