Accedi-1/7°

TCS: test dei pneumatici estivi 2012

Un neofita indiano del ramo ha sorpreso subito ricevendo la menzione "molto raccomandato"

Il settore dei pneumatici presenta, anche quest’anno, interessanti innovazioni. Infatti, nel test delle gomme estive, il prodotto realizzato da un neofita indiano del ramo, Apollo Tyres Ltd. ha sorpreso subito ricevendo la menzione "molto raccomandato". Sono stati esaminati 37 prodotti di tre dimensioni; le marche più conosciute si sono distinte ancora una volta con risultati convincenti.

Il test sui pneumatici estivi 2012 è stato fatto su 15 gomme di dimensioni 165/70 R14 T (auto piccole), su altre 15 di dimensioni 205/55 R16 V (auto compatte e di classe media) e su 7 gomme di dimensione 215/65 R16 H destinate a piccoli SUV. Nel test di guida è stato analizzato il comportamento su diversi percorsi e, fra i 14 criteri di valutazione considerati, figura inoltre il comportamento su fondo stradale asciutto e bagnato, il rumore, il consumo di carburante, la resistenza all'alta velocità e l'usura.

Effetti della prossima etichetta EU
L'introduzione dell'etichetta di qualità Ue sui pneumatici, che si basa su tre criteri di valutazione, ha già avuto effetto sui fabbricanti nello sviluppo dei nuovi prodotti. Questi sforzi sono certamente utili alla sicurezza stradale, tuttavia c’è un conflitto d’obiettivi tra il criterio d’esame della "frenata sul bagnato", voluto dall'UE, e la valutazione "usura" testata dal TCS. In effetti, mentre la frenata sul bagnato può essere migliorata utilizzando delle mescole più morbide, la longevità si accresce con mescole più dure. Ecco spiegato perchè alcuni pneumatici risultati buoni per la sicurezza stradale sono stati declassati per la rapidità dell’usura.

Differenze su strada bagnata
Ad eccezione del modello Infinity, che per le deboli prestazioni sul bagnato è stato classificato “non raccomandabile”, tutte le gomme destinate a auto di piccole dimensioni (165/70 R14 T) hanno raggiunto una valutazione globalmente buona. Tra i nove pneumatici "raccomandati", i modelli Goodyear, Fulda e Dunlop hanno manifestato leggere carenze sul bagnato; ciò si spiega, per Goodyear e Fulda, con le ottime qualità in fatto di usura. Invece, pur fornendo buone prestazioni su strada asciutta e bagnata, il pneumatico di nuova concezione di Yokohama ha manifestato leggere lacune a livello di usura.

Le gomme Continental, Michelin, Pirelli, Apollo e Barum hanno ottenuto la menzione “molto raccomandati“. Fra queste, Michelin e Apollo sono risultate le migliori sul bagnato, mentre Continental ha primeggiato per il minor consumo di carburante.

Vasta scelta di prodotti "molto raccomandati"
Le gomme delle dimensioni 205/55 R16 V sono tra le più vendute in Svizzera. I 15 modelli esaminati hanno tutti raggiunto almeno la menzione “raccomandato“, mentre cinque hanno ottenuto addirittura il voto "molto raccomandato“. Il gruppo di testa è occupato principalmente da marche Premium. Assieme a Continental, Goodyear, Dunlop e Bridgestone, solo Semperit, tra le marche secondarie, è riuscito a piazzarsi con i vincitori. Anche in questa categoria, s’è manifestato il conflitto tra "frenata sul bagnato" e "usura": solo le cinque gomme classificate "molto raccomandate“ riescono a colmare questa differenza.

Quadro differenziato tra le gomme per i SUV
Nella dimensione 215/65 R16 H, destinata ai piccoli SUV, sono state esaminate 7 gomme. In questa categoria, è stata aggiunta una valutazione supplementare nelle prove pratiche: la trazione sull’erba bagnata. Due modelli sono stati giudicati “molto raccomandati“, quattro "raccomandati" e uno “non raccomandato“. Le marche Continental e Pirelli hanno particolarmente convinto in questo segmento. Goodyear e Bridgestone sono state declassate, avendo palesato lievi carenze su fondo bagnato, mentre Vredestein ha deluso nel test sull'usura. Il pneumatico Sava ha registrato una prestazione mediocre sul bagnato; per questo motivo ha ricevuto la valutazione “non raccomandato“.
maxt | 23 feb 2012 11:36