Accedi
Commenti 3

I Frontaliers pronti ad approdare oltre Gottardo

15mila spettatori in 12 giorni: per Bussenghi e Bernasconi un grande successo

Superati i 15’000 spettatori al cinema nei primi 12 giorni: I Frontaliers diretti da Alberto Meroni piacciono moltissimo al pubblico e nel secondo week-end addirittura incrementano gli spettatori. Un fenomeno mai visto se non in qualche raro caso.

C'è qualcosa nell'aria - e non è inquinamento, è qualcosa di magico, un profumo inebriante - che spinge il pubblico nostrano verso i capoluoghi (Mendrisio, Lugano, Bellinzona, Locarno) in cui è proiettato “Frontaliers Disaster”.

15'177 spettatori in neanche due settimane di programmazione sono fedele testimonianza di un fenomeno tutto locale ed insubrico (ancora) in piena eruzione. Il primo lungometraggio di Bernasconi e Bussenghi è il film che tre generazioni di ticinesi e che buona parte dei frontalieri hanno visto o vogliono vedere nelle sale ticinesi.

Altro indizio che racconta bene questa storia febbrile - ci riferiamo all'affetto della gente - è l'accoglienza riservata al film nelle Valli. Sia ad Acquarossa che ad Airolo è stato necessario rimandare a casa degli spettatori e aggiungere proiezioni per accontentare le richieste. Spettatori giunti ad Airolo anche da Lucerna cosa veramente incredibile. Ad Acquarossa aggiunto un nuovo spettacolo fuori programma per sabato 6 gennaio ore 17.00. Arrivano "grida di aiuto" anche da Poschiavo e dai Grigioni ed a proposito proprio a Coira, venerdì 5 gennaio alle ore 20.00 al KinoCenter saranno presenti il regista e Flavio Sala a salutare il pubblico. Il film verrà proposto a Coira anche il 6-7 gennaio in anteprima ed una proiezione evento verrà organizzata della Pro Grigioni italiano alla presenza dei Frontaliers RSI.

Il 12 gennaio lancio in anteprima a Ginevra, il 14 a Losanna, il 15 a Zurigo e poi a seguire uscita ufficiale dal 17 gennaio nelle sale svizzere di (Zurigo, Basilea, Ebikon, St. Gallo, Berna, Olten, Wohlen, Ginevra, Losanna, Friborgo)

Insomma, è amore incondizionato quello che sta abbracciando i 110 minuti di "Frontaliers Disaster". In alcune sale del nostro territorio, a fine proiezione, spontaneo parte anche l'applauso. Cose (quasi) mai viste, ma il film lo dovete vedere, se fin qui non avete trovato tempo. Bussenghi e Bernasconi resteranno in cartellone in Ticino anche dopo le Feste e fino a quando ci sarà pubblico desideroso di vederli sul grande schermo.

MFD MORANDINI FILM DISTRIBUTION

Redazione | 2 gen 2018 13:22

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'