Accedi
Sfoglia la galleryCommenti

Foto e parole per raccontare il trauma delle molestie

Con "Cheer Up Luv", l'artista Elisa Hatch ripercorre i luoghi in cui le donne hanno subito le esperienze spiacevoli

Luoghi ordinari in cui passavano tutti i giorni ma che per alcune giovani donne si sono trasformati in un incubo: proprio qui hanno infatti subito delle molestie sessuali.

Per elaborare il trauma l'artista londinese Eliza Hatch ha lanciato un progetto fotografico, immortalando queste donne nell'esatto punto in cui sono state vittime delle spiacevoli esperienze. Le foto sono accompagnate dalle testimonianze delle donne, che raccontano quello che hanno subito.

Il progetto è nato da un'esperienza vissuta dalla stessa Hatch, che ha cominciato a parlarne con le amiche, accorgendosi di quanto fosse ampiamente riconosciuto il problema. Tantissime le donne che, una volta venute a conoscenza del progetto, si sono fatte avanti, raccontando la loro esperienza.

"Ha avuto un valore terapeutico per me e le altre donne coinvolte" racconta l'artista, che dal suo profilo instagram "Cheer Up Luv" (Su con la vita) continuerà a dare voce alle vittime e a denunciare il problema.

Nella gallery alcune foto del progetto 

Foto Instagram

Redazione | 23 nov 2017 15:52

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'