Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 7

Era obeso, ora si candida a Mister Ticino e sfida il bullismo

Jordan, candidato al concorso di bellezza: "Mi chiamavano palla di lardo. Ma credo che anche i bulli siano vittime"

Nome: Jordan
Data e luogo di nascita: 07.08.1997 a Lugano
Vivi a: Mendrisio
Altezza: 1.81 m
Peso: 75 Kg
Professione: Imprenditore nell'ambito della sicurezza

Jordan, parlaci un po’ di te…
Credo che possa definirmi attraverso due parole: impegno e passione. Senza impegno e aggiungo anche un po' di sacrificio, non si raggiunge nulla. Senza una passione, anche quella piu' semplice, una vita non merita di essere vissuta.

Come mai hai deciso di partecipare a Mister Ticino?
Come spesso capita, grazie alla mamma! Si tratta di una manifestazione seria che da quasi venti anni è condotta con professionalità. Poter partecipare in prima persona significa per me una buona opportunità per tessere nuove conoscenze e collezionare dei momenti che spero un giorno racconterò ai miei nipoti.

Tu sei stato una vittima di bullismo. Puoi raccontarci?
Tra i 10 e i 15 anni ero un ragazzino obeso. Alcuni compagni di scuola mi chiamavano spesso: “palla di lardo, ciccia bomba, ecc." I ragazzi, a volte, sanno essere molto cattivi e tutta questa cattiveria che ho subito, questo dolore che ho provato, l'ho trasformato in forza lavorando sul mio corpo adottando, grazie anche al sostegno della mia famiglia un'alimentazione sana e equilibrata e un esercizio fisico quotidiano senza diventare un fanatico.

Visto il tuo passato, cosa vuoi dire ai bulli che ti hanno fatto soffrire.
Suonera' strano, ma per me pure loro sono delle vittime. Io, con la forza della volontà, da brutto anatroccolo mi sono trasformato in un cigno. Loro, non potranno mai cambiare perche' gli manca quell'elemento essenziale, quella grammatica emotiva che ti dà la possibilita di leggere come si sente l'altro e quindi capirlo e magari anche averne cura.

Che consiglio ti sentiresti di dare alle persone che sono vittime di bullismo?
Oltre ad avere una passione, di dedicarsi al volontariato. Da quando ho quattordici anni sono un volontario dell'associazione Gentletude che come missione ha "un mondo piu' gentile depurato dall'arroganza e dalla maleducazione" e aggiungo io: "Un mondo dove le persone, indipendentemente dal loro aspetto fisico, sono tutte considerate nello stesso modo."

Redazione | 7 nov 2017 16:43

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'