Accedi17/24°
Sfoglia la gallery

In ricordo di Lady D, morta 15 anni fa

La Principessa del Galles morì il 31 agosto del 1997. A 15 anni esatti dalla morte, nessuna commemorazione a Londra

Una data lontana, ma per nulla dimenticata. Soprattutto dal popolo di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Era il 31 agosto del 1997 quando una Mercedes S280 percorreva a folle velocità, inseguita dai paparazzi, le strade parigine. Una corsa terminata in tragedia, quando quella Mercedes si schiantò nel tunnel del Pont de l'Alma, poco dopo la mezzanotte. In quell'incidente morirono sul colpo l'autista della vettura, Henri Paul, ed il miliardario Dodi Al-Fayed. Poi la corsa in ospedale per salvare Trevor Rees-Jones, una guardia del corpo sopravvissuta, e la Principessa più amata del mondo intero. Verso le 2 del mattino, l'ambulanza arriva all'ospedale Pitié-Salpêtrière. Due ore più tardi, intorno alle 4 del mattino, il mondo piange la scomparsa di Lady Diana Spencer, morta a 36 anni.

La notizia fa subito il giro del globo. Erano le 5:30 del mattino quando venne dato l'annuncio ufficiale. Poi la disperazione. Non solo del popolo inglese, ma del mondo intero. All'epoca, i piccoli William ed Harry trovano risalto mediatico, perdendo la persona a loro più cara.

Il 6 settembre del 1997 vennero celebrati i funerali della Principessa del Galles. In quell'occasione le strade della capitale inglese si videro invase da 3 milioni di persone. Oltre un milione di bouquet furono lasciati di fronte all'appartamento della Principessa a Kensington.

I funerali, trasmessi da tutte le emittenti televisive del Pianeta, vennero seguiti, si stima, da oltre 2 miliardi di persone.

Lady Diana, lo ricordiamo, fu molto amata dal mondo intero soprattutto per il suo impegno sociale. Impegnandosi con tutta sé stessa, Lady D. contribuì alla messa al bando delle famigerate mine antiuomo. Accettando l'invito di Jodie Foster, leader del movimento americano contro le mine antiuomo, si fece riprendere dalla stampa mentre ispezionava un campo minato nell'ex Jugoslavia. Divenne così il volto immagine della lotta ai letali ordigni. Ma la principessa del Galles si impegnò su più fronti sociali, come la lotta all'AIDS, al razzismo ed alla povertà. Oltre che a Nelson Mandela ed al 14esimo Dalai Lama, Lady D. era molto vicina anche a Madre Teresa di Calcutta, che morì il 5 settembre del 1997, a pochi giorni di distanza dalla principessa.

Ad oggi, sono  trascorsi 15 anni esatti dalla morte di Lady Diana Spencer. Ciò nonostante, a Londra, a differenza del 2007, non è prevista alcuna commemorazione. Ma il mondo non dimentica...
maxt | 31 ago 2012 11:41