Accedi
Commenti

Pubblicato il bando di concorso del Premio Spitzer per le scuole 2018/19

Il premio sostiene progetti che educano alla presa di coscienza dei genocidi, delle persecuzioni o dei totalitarismi

La Fondazione Federica Spitzer ha pubblicato il bando di concorso del Premio Spitzer per le scuole 2018/19. La Fondazione - ispirata alla testimonianza di Federica Spitzer, scampata al Lager, cui Lugano ha dedicato una via - ha come scopo di promuovere presso i giovani la presa di coscienza dei genocidi, persecuzioni e totalitarismi passati e presenti, contribuendo a prevenire l’insorgere di conflitti razziali, culturali e religiosi nel nostro Paese.

All’edizione 2017/18 del Premio hanno partecipato una decina di scuole del settore medio-inferiore e post-obbligatorio del Cantone, coinvolgendo circa 500 allievi e docenti di diverse discipline. Il Premio Spitzer 2018 è stato consegnato dal Consigliere federale Ignazio Cassis lo scorso 26 aprile al LAC - a conclusione del “Progetto Lugano città aperta” - ai direttori della Scuola media di Breganzona e del Centro professionale sociosanitario di Giubiasco-Canobbio. Una menzione è stata assegnata anche al progetto della Scuola media di Barbengo.

Il Premio si rivolge agli istituti scolastici pubblici e privati del Canton Ticino. Sono previste due categorie d’istituto: istituti di scuola media e istituti di scuole post obbligatorie (scuole medio superiori e scuole professionali). Il premio, dotato complessivamente di 10’000 frs, potrà essere suddiviso fra i progetti più meritevoli delle diverse categorie.

Gli istituti interessati a partecipare presentano entro fine novembre progetti educativi in fase di attuazione durante l’anno scolastico 2018/19 che trattano il tema secondo modalità liberamente scelte: video, espressione visiva, scrittura, fotografia, nuove tecnologie, approfondimenti e ricerche, riflessioni sui rapporti fra le comunità culturali e religiose o attività di scambio interculturale e interreligioso fra gruppi di alunni nelle scuole.

La giuria del Premio Spitzer esamina i progetti in fase di attuazione e vigila alla loro realizzazione compiuta. È presieduta da Diego Erba (Presidente), già direttore della Divisione della scuola del Canton Ticino, ed è composta da Graziano Martignoni, psichiatra e autore di saggi sui problemi educativi, Antonio Gili, già direttore dell'Archivio storico della Città di Lugano e autore di saggi sui rifugiati nella Svizzera italiana, Maurizio Balestra, filosofo, docente al Papio e vicepresidente dell'Associazione Svizzera-Israele, Laura Donati, già direttrice e docente del Liceo di Locarno. I vincitori del Premio Spitzer 2018/19 verranno resi noti nel mese di gennaio 2019.

I dettagli sulle modalità di partecipazione, come pure il testo completo del bando di concorso sono consultabili all’indirizzo: www.fondazionespitzer.ch/

Redazione | 15 mag 2018 10:48

Articoli suggeriti
Il progetto è stato presentato oggi dalla Fondazione Federica Spitzer e dal Municipio - GALLERY
Premiati i progetti “Diamogli voce” della SME di Breganzona e “Innocenza violata” del CPS di Giubiasco-Canobbio
Pubblicato il bando di concorso 2017/2018 per le scuole ticinesi e del Grigioni italiano. In palio 10'000 franchi
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'